22 Ottobre 2021 · 09:31
14.5 C
Firenze

Esclusiva Fratini: “Vlahovic rinnoverà, Antognoni merita un regalo. La piattaforma sarà un successo”

Auguri a Michele Fratini che compie 48 anni, Kobacki un "consiglio per gli acquisti"

In occasione del suo 48 esimo compleanno, è intervenuto con noi l’intermediario di calciomercato Michele Fratini queste le sue dichiarazioni:

Michele auguri! Come hai visto ieri la Fiorentina in quel di Benevento? 

“Bene, ho visto un Pulgar in crescita con personalità e ieri hanno giocato quelli più in forma come Bonaventura e Ribery, sono loro i veri leader. Vlahovic una vera e propria punta di diamante che è contesa da tanti ed è una scommessa vinta dalla Fiorentina, era un giocatore che si preparava per essere all’altezza e adesso lo è eccome, complimenti a Prandelli per averci creduto più dei predecessori, ed anche alla società perché ha sempre ribadito la fiducia riposta nel serbo, cosa detta dai vertici, a più riprese. fin da inizio stagione”.

Il contratto di Vlahovic scade nel 2023, ci sono novità a riguardo? 

“No, ma penso che rimarrà a Firenze per via della fiducia che gli hanno riposto, negli anni si consacrerà qui, per me il rinnovo arriverà presto, ha un rapporto ottimale con la Presidenza, ricordate i palleggi in allenamento? E’ stato un segnale chiaro, e lui ha dimostrato d’essere pronto, tutti ci lamentavamo perché era acerbo… Ma il tempo ha dato ragione a lui e a Prandelli che lo ha motivato a dovere, il tecnico ha sempre puntato sui giovani”.

Prandelli e Pradè secondo te verranno riconfermati? 

“Credo che solo Commisso possa dire la sua, sarà Barone che dovrà far capire la situazione al Patron essendo lui il referente. Se il bilancio è in attivo, Pradè si salva, e si potrebbe anche riprovare con lui nella prossima stagione, ma se penso che più volte il Direttore si è scusato per le prestazioni beh, possono essere indizi. Commisso si aspettava una classifica diversa con un grande investimento a gennaio scorso (2020), il Presidente è un decisionista, è operativo, è una situazione un po’ particolare, vedi Amrabat che nelle ultime gare ha giocato poco nonostante l’investimento, menomale che abbiamo Vlahovic sotto questo aspetto. Io credo che Prandelli rimarrà con un altro ruolo, come Colantuono alla Sambenedettese da Direttore Tecnico, Pradè non so, ha dato anche via i suoi acquisti, di primo acchito verrebbe da dire di no, ma Commisso crede alle persone e spesso ha detto che nelle sue aziende non ha mandato mai via nessuno, la trattativa di Kokorin però è curiosa: 3 anni e mezzo di contratto ad 1.7 mln a stagione ma, fino ad ora, non ha giocato ed ha ricadute fisiche di preparazione. Kouame e Callejon sono altri casi, non saprei dirvi con certezza”.

Parlaci un po’ di te, quali sono i tuoi prossimi progetti? 

“Ne avrei tanti, il primo è quello di poter mettere online una piattaforma mancante sul mondo del calcio, una sorta di accomunatore tra calcio professionistico e dilettantistico. L’altro sogno che ho da tanti anni è quello di poter fare una Scuola Calcio per Giancarlo Antognoni, merita un regalo, salvo che non ci pensi la Fiorentina ovviamente, sarebbe già diverso… Ricorderete tutti l’Antognoni’s Day nel marzo 2011 ideato e coordinato da me, grazie a Rita (sua moglie) oltre a tutte le sinergie locali di Firenze, fu un evento meraviglioso ed emozionante”.

Capitolo Viola Park, che ne pensi del progetto tecnico e strutturale?

“Spero venga dato spazio a Giancarlo Antognoni, li sarebbe fantastico fare la Scuola Calcio dentro il Viola Park, molti bimbi vorrebbero indossare la maglia viola come fatto da lui. Sul caso di “Italia Nostra” non sono informato più di quanto viene detto, spero venga trovato un accordo al più presto. La Primavera di Aquilani? Sinceramente mi preoccupa, ma non tanto per la classifica quanto per la continuazione di quel cantiere che ha portato molti giocatori, in questo momento vedo poca qualità, spero che qualche ragazzo si metta al più presto in luce altrimenti si dovrà reinvestire e comprare… E’ un lavorone, Commisso adesso deve dare la consacrazione, e dovranno programmare a salvezza raggiunta, il tifoso sogna un qualcosa di concreto”.

E nella prossima stagione, dove dovremmo venire a citofonare per trovare l’amico Michele? 

“Speravo onestamente nella mia Firenze (ride ndr), come mi era stato detto da qualcuno qualche mese fa da un dirigente, che specifico non è Joe Barone… Il 12 gennaio 2021, mi sono trovato con un dirigente di una società cadetta di Serie B, ed il 1 di luglio dovrei iniziare la nuova avventura in qualità di Caposcout”.

Rinnovandoti gli auguri di un buon compleanno, dicci un giocatore che ultimamente ti ha impressionato

“Olaf Kobacki, polacco, ricorda Boniek nelle sue sgroppate ha delle accelerazioni fulminee, rapide nel breve ed in progressione, è devastante, mi ha riempito l’occhio, è un casse 2001, di proprietà dell’Atalanta, ambidestro”.

Gabriele Caldieron

LEGGI ANCHE: PRANDELLI: “FELICISSIMO PER LA SOCIETÀ E I RAGAZZI, MA SONO STANCO. ALL’ESTERNO CI SONO SITUAZIONI DA TAMPONARE”

Prandelli: “Felicissimo per la società e i ragazzi, ma sono stanco. All’esterno ci sono situazioni da tamponare”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO