Nel Mondo Fiorentina continua a tenere banco la posizione dei Della Valle, per questo dopo le ultime parole di Antognoni in proposito abbiamo voluto sentire in esclusiva il celebre giornalista de Il Sole 24 Ore Marco Bellinazzo, il numero 1 per quanto riguarda la finanza applicata al mondo del pallone.

Allora Marco continua a regnare la confusione a Firenze. Per tanti anni i Della Valle hanno tenuto la Fiorentina al di sopra delle proprie possibilità, ma ora sta accadendo esattamente il contrario. Cosa c’è di conveniente in una politica del genere?

I Della Valle hanno scelto di ringiovanire la rosa e di abbattere tutti i costi, facendo una scommessa per il futuro. Tenendo le spese così basse, non c’è più pericolo di dover ricorrere obbligatoriamente a nuove cessioni nelle prossime stagioni per poter ripianare (la Fiorentina, come avete fatto giustamente notare, prima spendeva delle cifre che soltanto con la qualificazione in Champions avrebbe potuto continuare a sostenere). E tutto questo tempo senza dover spendere, può servire a loro per capire se si potrà mai fare lo stadio, o se ci sarà modo di trovare un acquirente.

Gli attivi di bilancio importanti, come quello dell’ultima sessione estiva, possono far alzare il prezzo della Fiorentina? Esempio: se io ho una società che vale 100 ed ho 30 milioni in cassa, si può dire che essa valga 130 milioni?

Il ragionamento è più complesso, però grosso modo è corretto quello che dite.

Ed anche l’abbassamento del monte ingaggi è importante in questo senso?

Certamente sì. Si vende meglio (ad un prezzo vantaggioso) un’azienda sana che un gruppo di giocatori, anche molto forti, ma inseriti all’interno di una società strutturalmente in perdita, perchè se io sono interessato ad una grande squadra che però spende più di quanto incassa, quando vado a comprarla devo per prima cosa stimare una ristrutturazione importante e costosa, che ora alla Fiorentina invece non hanno più bisogno di fare.

Da una parte c’è chi scrive che le offerte per la Fiorentina ci sono, ma che in fin dei conti i Della Valle non vogliano davvero venderla, e chi invece sostiene che di concreto non sia mai arrivato nulla. Che informazioni hai a riguardo?

A quanto mi risulta, non è mai arrivata alcuna offerta concreta per acquistare la Viola, ma soltanto dei semplici sondaggi portati avanti attraverso delle banche d’affari, sul dossier Fiorentina.

So che te lo chiedono spesso Marco, ma vuoi dirci ancora una volta quanto può valere la Fiorentina oggi? Forse tra i 100 ed i 150 milioni di euro?

Il prezzo lo fa sempre il mercato, ed essere precisi nel dare una risposta del genere è impossibile. Diciamo che la stima tra i 100 ed i 150 milioni di euro è giusta, ma forse bisogna restare più vicini ai 100, visto che in questo momento la squadra non offre premesse di rilancio e di risultati.

Giancarlo Sali

Comments

comments