14 Aprile 2021 · 01:56
6.6 C
Firenze

Ecco perchè il comune di Firenze non può rispondere a Commisso. Le alternative alla Mercafir sono deboli

Trasparente, senza esitazioni, Rocco Commisso lo aveva detto, la Fiorentina alle condizioni economiche e tecniche prospettate avrebbe detto di no alla trattativa per realizzare il nuovo stadio con annessi e connessi nell’area Mercafir. Troppo alte le richieste nel bando di concorso, troppo lunghi i tempi e pesante la burocrazia. È evidente che siamo davanti a uno stop drastico. La frase «fast, fast, fast…» del presidente Commisso sembra rimbalzare.

Da parte dell’amministrazione comunale, davanti al comunicato viola è arrivata una sola precisazione, ovvero che c’è un bando di gara e fino a che non si chiude la procedura nessuno potrà commentare il bando né tantomeno le intenzioni di uno dei possibili partecipanti.

E ora?

Commisso ha fatto sapere che verificherà anche altre soluzioni, come quella di provare a realizzare il nuovo stadio nell’area di Campi.

Possibilità che sembra, però, trovare una buona dose di ostacoli. Oppure auspicare un’apertura per l’ammodernamento del Franchi. Anche qui esistono i problemi aperti della Soprintendenza e solo un intervento del Ministro competente potrebbe riaprire i giochi. Comunque sia siamo davanti a uno stop secco che rende assolutamente problematico un rapido evolversi della situazione. E Commisso, si sa bene, non ha molto tempo a disposizione. Si aspetta quindi la tempistica dell’asta e la decisione definitiva dello stesso Commisso. Come si sapeva, la storia dello stadio nuovo di Firenze sembra destinata a trovare mille inciampi, mille difficoltà.

Corriere dello Sport

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

De Zerbi: “Non so se resto al Sassuolo, credo ci sia bisogno di gente fresca. Sarebbe bello allenare all’estero”

Ospite della trasmissione Sportitalia Mercato, in onda su Sportitalia, il tecnico del Sassuolo Roberto De Zerbi, ha parlato del presente e del futuro, queste...

Sconcerti: “Retrocederà una fra Fiorentina e Cagliari, sono le peggiori. Vlahovic? È normale che vada via”

Mario Sconcerti è intervenuto ai microfoni di TMW Radio per parlare dei temi caldi in casa Fiorentina

CALENDARIO