L’azionista di maggioranza: «La cessione del club? Nessuno si è fatto avanti, vorremmo capire se c’è qualcuno in grado di far sognare veramente Firenze»

“Il nuovo stadio a Firenze dipende da altri fattori e non da noi”. Lo ha dichiarato l’azionista di maggioranza della Fiorentina, Diego Della Valle, a margine dell’inaugurazione della nuova fabbrica Tod’s ad Arquata del Tronto. “Speriamo si faccia e in fretta. La famiglia Della Valle tornerà a Firenze? Dovete parlarne con mio fratello che è il presidente…”.

Diego Della Valle è tornato sull’idea della famiglia di cedere la Fiorentina: “La nostra idea rimane, avevamo fatto un appello a tutti i veri fiorentini. Nessuno si è fatto avanti, vorremmo capire se c’è qualcuno in grado di far sognare veramente Firenze, di darle un futuro come hanno fatto i Della Valle. Ora però parliamo di questa Fiorentina perché si sta strutturando bene e deve lasciare tranquilli tutti”. 

Sulle persone che lavorano nel club: “Antognoni è una persona intelligente e fa da cuscinetto fra la società, la città e la squadra ed il mister. Corvino supervisiona l’area tecnica, Freitas è l’artefice degli ultimi acquisti fatti con il nostro direttore. Il mio presidente Cognigni ci mette passione e cuore. Salica è ritornato in azienda un anno e mezzo fa e ha un ruolo importante”. 

Chiusura su Pioli: “Lo seguivamo dall’anno scorso, volevamo uno così. I cori dei tifosi contreo di me? Io la citta l’ho sempre sentita vicina, ma se i soliti fanno la voce grossa questo è un condizionamento pesante”.

Tuttosport.com

Comments

comments