24 Settembre 2020 · 19:08
21.8 C
Firenze

Criscitiello: “Pradè indifendibile, aveva in pugno Gattuso, Joe Barone e Commisso non glielo perdoneranno”

Questo quanto scrive Michele Criscitiello sul suo editoriale per Tuttomercatoweb.com:

“A Firenze un altro mezzo disastro ma almeno c’è la giustificazione di essere dei neofiti nel mondo del calcio. Qui c’è una proprietà ma il grande errore è stato confermare un allenatore già delegittimato al termine della scorsa stagione. Nulla contro Vincenzo Montella, uomo simpatico e intelligente. Purtroppo i numeri lo condannano e la sua carriera inizia ad avere troppe brusche interruzioni. Non si sarebbe dovuto confermare un mister che, quasi, avrebbe portato la squadra in serie B. L’arrivo di Daniele Pradè è stato il miglior atterraggio possibile per l’aeroplanino, ma anche l’operato del Direttore inizia a diventare indifendibile. Pradè è uomo di calcio e si sarebbe dovuto accorgere prima che il cambio andava fatto quando i tempi erano giusti. Aveva in pugno Gattuso. Ha aspettato troppo e adesso dovrà accontentarsi. Questo, Commisso e Barone non glielo perdonano perché loro avevano bloccato Gattuso da settembre ma per stare dietro a Montella hanno perso il treno giusto. Questa stagione sta deprezzando il valore di molti calciatori importanti, su tutti Chiesa, ma soprattutto non stanno rendendo i calciatori arrivati in estate. Stagione finita già a dicembre e nessuna velleità per il prosieguo del campionato.”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Accordo tra Firenze e Campi Bisenzio: “Aspettiamo la decisione della Fiorentina per lo stadio, poi sarà unione di intenti”

Oggi a Palazzo Vecchio si è tenuto un incontro tra il sindaco di Firenze, Dario Nardella e il sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi. Nel colloquio è emersa grande intesa tra...

Fare punti per convincere: prima in trasferta per la Fiorentina al Meazza

Fare punti per convincere: prima in trasferta per la Fiorentina al Meazza Prima vera sfida per la Viola contro una squadra affamata di successi Sarà certamente...

CALENDARIO