30 Novembre 2021 · 01:12
3.1 C
Firenze

Commisso furioso, ha preso atto che la Fiorentina dovrà guardarsi dalla retrocessione

Non può bastare un quarto d’ora finale  per mettere rimedio a una prestazione disarmante che mette paura quanto la classifica. La partita di ieri ha fatto arrabbiare il sempre buono Commisso, che sta prendendo atto che bisogna raggiungere la salvezza in fretta e furia. La Fiorentina ha dimostrato anche a Torino, con la quarta sconfitta consecutiva, di indossare i dimessi panni della squadra semi inesistente, fragile, incapace di reagire e con una pericolosissima candidatura alla retrocessione.

Le uniche attenuanti per il patron, sono le assenze di Pezzella e Ribery, A complicare le cose si aggiunge anche un calendario a dir poco beffardo, con le prossime due partite al Franchi contro l’Inter capolista e la Roma. Di solito in queste circostanze, quando si infilano le
sconfitte su sconfitte, l’unico rimedio possibile è il cambio dell’allenatore. Pochi tecnici possono permettersi quattro sconfitte consecutive e, infatti, Montella è il primo a essere chiamato in causa. Ma contro l’Inter Montella sarà in panchina. È una decisione, quella della Fiorentina, che somiglia molto a un vero e proprio ultimatum. Montella rimane se riuscirà a fare punti pesanti, altrimenti sarà addio. A riportarlo è il Corriere Fiorentino.

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO