17 Maggio 2022 · 20:33
25 C
Firenze

Commisso: “Fiorentina? Meglio “slow, slow”. Stadio? Franchi 33%, Campi 33%, nulla 33%”

"Se devo spendere io, voglio il controllo su tutto. Per competere servono i ricavi"

“Dopo 15 mesi – ha detto il presidente della Fiorentina in una lunga intervista al Corriere della Sera – ho scoperto che nel calcio a volte è meglio andare “slow, slow”. Cosa ci manca per essere al livello delle prime? I ricavi. Senza sponsor ricaviamo 69 milioni di euro, difficile competere con le grandi, l’Inter è la seconda con 376 milioni di euro. Come aumentare i ricavi? Ovviamente con un nuovo stadio. Wembley è stato distrutto, lo Yankee Stadium è stato distrutto. E ora sono ancora lì, più belli di prima. Però se distruggere è un termine troppo forte allora potrei usare demolire. Anzi meglio, rifare. Ecco, rifarò il Franchi. Se sarà davvero così? Non lo so. Al momento ci sono tre possibilità: il 33% di rifare il Franchi a Campo di Marte, il 33% di costruire un nuovo stadio a Campi Bisenzio, ed il 33% che non si fa nulla”. Tutto dipende dalla possibilità o meno che io possa controllare il risultato. Se devo spendere io, voglio avere il controllo su tutto”.

LEGGI ANCHE, REPUBBLICA, SE CHIESA PARTE, FIORENTINA SU PIATEK OPPURE SU DE PAUL. LO SCENARIO

Repubblica, se Chiesa parte, Fiorentina su Piatek oppure su De Paul. Lo scenario

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO