La sconfitta con il Cagliari allontana la zona Europa per la Fiorentina, un campanello di allarma che ha suonato anche il presidente Mario Cognigni su Sky Sport:

“Venerdì ho visto una squadra spaesata, senza una sua identità, incapace di proporsi con autorità e quindi molto diversa da quella della prima parte del campionato in cui la spregiudicatezza della gioventù, insieme alla continuità e determinazione nel raggiungere il risultato, ci facevano ben sperare. Questo dovrà essere motivo di riflessione per tutti”.

La Fiorentina valuterà la situazione a fine stagione: “Siamo naturalmente d’accordo con il mister – e ci mancherebbe – che a fine stagione, dopo questo primo ciclo, si dovranno analizzare tutte le cose positive che hanno funzionato e quelle che hanno funzionato un po’ meno. Solo dopo questa analisi si potranno tracciare eventuali linee guida per il futuro. Parlarne adesso, in modo estemporaneo, con il risalto mediatico che gli è stato dato, mi è sembrato poco logico, correndo l’inutile rischio di fermare l’attenzione su un argomento, in questo momento, poco significativo, in confronto agli obiettivi che la squadra deve rincorrere. Auspicio? Speriamo che la pausa possa portare maggiore equilibrio e soprattutto riflessione da parte di tutti gli attori. Un calo di tensione o peggio deconcentrazione non vogliamo nemmeno prenderli in considerazione”.

Tuttomercatoweb.com