Più forte Chiesa o Bernardeschi?

Prepariamoci. Sarà una delle discussioni più avvincenti nei prossimi anni nell’Italia pallonara. Il viola, classe 97, il bianconero, classe 94. Il rimpianto è quello che entrambi sono nati e cresciuti a Firenze con la maglia viola addosso fin da quando erano bambini e adesso la Fiorentina avrebbe avuto entrambi in una squadra con un potenziale pazzesco.

Ma per quanto riguarda Bernardeschi, la scelta della cessione non è stata presa dalla società viola ma dal ragazzo stesso che, prima aveva giurato lungo amore ai colori viola e prometteva di non andare alla Juventus tanto facilmente, poi invece si scopri’ che aveva già dato la sua parola ai dirigenti bianconeri e il suo procuratore aveva già un accordo con Marotta e da parecchi mesi.

Con la maglia viola addosso, non pare che ci siano dubbi. Per come fa la differenza Federico Chiesa durante le partite, per come le “spacca” e per il carattere che mostra il talento classe 97 si sta dimostrando nettamente superiore al collega bianconero. Da considerare, non sottovalutando quest’aspetto, che il giocatore gigliato ha ben tre anni in meno rispetto al talento di Carrara.

Basti pensare a come era Bernardeschi tre anni fa e fare i dovuti paragoni. A Firenze, posto dove i due sono stati visti per bene, non ci sono dubbi su questo paragone. Bernardeschi è piu forte rispetto a Chiesa solo sotto il punto di vista tecnico, su tutto il resto Chiesa supera lo juventino.

In nazionale, sorride fino ad ora solo Chiesa. In tutte le apparizioni con la maglia azzurra il numero 25 della Fiorentina ha sempre giocato sopra le righe risultando a fine partita sempre tra i migliori in campo. Stesso non si può dire di Bernardeschi. Basti guardare anche la partita di ieri contro la Polonia. Chiesa ha fatto la differenza, saltava l’uomo, non sbagliava un tocco e spesso ha messo davanti alla porta i colleghi azzurri (tra cui anche Bernardeschi che più di una volta ha sbagliato malamente). Bernardeschi invece, non ha brillato, risultando a fine partita uno dei peggiori in campo e nel momento decisivo della partita Mancini ha deciso di metterlo fuori.

Non è la prima volta che Bernardeschi toppa in nazionale, spesso è stato bocciato da Ventura negli ultimi anni e anche Mancini non lo ha sempre fatto giocare. Insomma, nel suo processo di crescita il bianconero sta dimostrando di essere indietro clamorosamente rispetto al più piccolo Federico.

I cuori bianconeri, sembrano un po’ non voler far mai davvero emergere il talento della Fiorentina. Ad esempio, oggi Tardelli ha addirittura bacchettato Chiesa dicendo: “Deve essere più continuo, cosi non va bene”. Visto che parlava della partita di ieri, sembrano accuse fuori luogo, quasi inopportune. Si parlava, per detta di tutti i giornali di oggi, di uno dei migliori in campo ieri. Naturalmente nessuna menzione o bacchettata per il Federico di casa, che ieri ha steccato.

Ma non è l’unico, basta girare un po tra televisioni e giornali che i commentatori e gli addetti ai lavori di fede bianconera smorzano sempre l’entusiamo comune intorno a Chiesa. Se tornassimo indietro di qualche settimana, e andiamo alle polemiche dopo Fiorentina-Atalanta, le critiche più dure e aspre sono proprio arrivate dai “tifosi juventini”.

Dunque, il fatto che Federico Chiesa, stia sempre più sulla scena del calcio italiano, che è sempre uno dei migliori in nazionale e che si stia sempre più affermando partita dopo partita proprio non va giù ai cuori bianconeri…

Flavio Ognissanti