La sensazione è che qualcosa a livello di formazione cambierà. E in difesa Laurini sembra poter avere la precedenza su Gaspar, su una delle due corsie esterne. L’ex dell’Empoli quindi potrebbe fare il suo esordio in maglia viola proprio in casa dei campioni d’Italia. Più difensivo di Gaspar, darebbe forse maggiore equilibrio al reparto gigliato. Ma anche Biraghi, che ha sempre giocato, potrebbe non partire dal primo minuto. Insomma, una scelta che Pioli farà soltanto a poche ore dalla partita, guardando e valutando i test fisici di questi giorni, per capire chi ha recuperato davvero e chi invece avrà bisogno di un turno di riposo.

Per questo sia Sanchez, che Babacar, che Eysseric, potrebbero avere qualche chance. O dall’inizio o a gara iniziata. E poi c’è Saponara che dovrebbe tornare nella lista dei convocati dopo la rete e le buone risposte nella partita con la Primavera. Insomma, se è vero che dopo la vittoria di Verona il detto ‘squadra che vince non si cambia’ non è stato messo in discussione, stavolta qualche cambiamento ci potrebbe essere. Per avere tutti freschi, per mettere in campo una squadra libera di testa e gambe. D’altronde la rosa, in questo momento, permette a Pioli di scegliere e anche di andare, alle volte, controcorrente.

La Nazione

Comments

comments