Questo un estratto dell’editoriale di Enzo Bucchioni su tuttomercatoweb:

“Ha vinto a sorpresa anche la Fiorentina a Moenchengladbach. Gara più sofferta di quella della Roma, anche fortunata, ma giocata con personalità e sacrificio. L’ha risolta Bernardeschi con una punizione che sanno calciare solo i grandi. Fortuna sua (e forse della Fiorentina) in tribuna c’erano osservatori di numerose squadre europee venuti apposta per lui e Dahoud, talento del Borussia M. Di sicuro l’inviato di Conte convincerà il tecnico a fare l’offerta al più presto per portarlo al Chelsea. In tribuna, fra i più noti, c’erano anche Macia, ex ds viola, uno dei migliori esperti a livello internazionale e il duo Mirabelli-Fassone che Bernardeschi lo vogliono portare al Milan.

A questo proposito voglio consolare i closing-scettici. I documenti finali stanno transitando verso banche europee e società create ad hoc per chiudere l’operazione con un bonifico di 420 milioni. Per il closing previsto e confermato entro il tre marzo ne servivano 320, gli altri sono per le anticipazioni di cassa di Fininvest in questi mesi. Poi ci saranno anche le risorse per il mercato estivo e la rifondazione. La cordata cinese che presto si farà conoscere al mondo, si è impegnata a spendere come minimo cento milioni per tre anni. Una bella cifra, tanto per cominciare a capire il calcio. Non credo che serviranno tutti per Bernardeschi, ma se parte un’asta volete che qualche grande club d’Europa non offra un settantino? Una cosa è certa: Bernardeschi non andrà alla Juve. Quando ha detto “al momento di decidere il mio futuro penserò sempre all’amore per la maglia viola”, forse voleva dire questo” conclude Enzo Bucchioni.

Comments

comments