Giancarlo Antognoni ha rilasciato pochi minuti fa le seguenti dichiarazioni a Sky:

Bernardeschi? E’ stata fatta una proposta onerosa, aspettiamo una risposta. L’aspettiamo da due mesi veramente, speravamo arrivasse prima. Ultimatum? Termini non ci sono, anche se Corvino non può aspettare all’infinito. A questo punto la sua decisione arriverà dopo gli Europei e può andarci bene.

Simeone erede di Kalinic? In questo momento non è stato ceduto nessuno, ed anzi sono stati acquistati dei giocatori nuovi. Quelle su Kalinic sono soltanto delle voci. Simeone è un bel giocatore che si è espresso bene a Genova. Penso possa rappresentare un’opportunità interessante nel caso di movimenti in uscita“.

Delle dichiarazioni come sempre significative quelle dell’Eterno 10 viola: analizziamole con calma.

Su Bernardeschi ha ripetuto che nessuno nella Fiorentina si aspettava che a distanza di oltre 2 mesi dalla proposta di rinnovo il ragazzo non avesse risposto, d’altronde era stato lo stesso calciatore, di propria spontanea volontà, ad affermare alla stampa in precedenza di stare riflettendo sulla possibilità di restare a Firenze addirittura a vita. Radio Mercato ci racconta in realtà di un calciatore ormai deciso ad andarsene, ma a rimanere comunque in Italia, tra Inter e Juventus, tutto il contrario insomma di quello che vorrebbe la Fiorentina: trattenerlo o, in subordine, cederlo soltanto all’Estero.

La Fiorentina quest’anno si trova di fronte ad una sessione di calciomercato fondamentale per ricostruire la squadra e quindi deve conoscere il proprio budget definitivo per tempo: stavolta la programmazione c’era stata, ma il ritardo su Berna rischia di complicare nuovamente i piani viola (fare calciomercato con 40 milioni in più o in meno cambia tante cose), tanto che anche Antognoni lo ha fatto intendere.

Ed anche su Giovanni Simeone, Antognoni è stato abbastanza esplicito. D’altronde il nostro Capitano non parla mai in politichese e ce ne siamo accorti quando ha annunciato con largo anticipo l’arrivo di un allenatore italiano. Quindi davvero il Cholito Simeone è un obiettivo concreto, ma per entrare in possesso della liquidità necessaria per acquistarlo servirà prima una cessione eccellente, oltre che un posto lasciato libero nel nostro reparto avanzato.

Giancarlo Sali

Comments

comments