Giancarlo Antognoni, team manager della Fiorentina, ha parlato direttamente dalla rassegna di moda di Pitti Uomo, in corso di svolgimento a Firenze: “Il pareggio in extremis col Bologna? Non è andata bene, ma nel calcio succedono anche queste cose. Ci accontentiamo della buona prova”

Si è già visto qualcosa di diverso con Iachini?”Non ci sono stato molti cambi nella squadra base, ho visto una maggiore combattività e anche i reparti erano corti. Il Bologna ha creato poco ed il gol preso una grande giocata di Orsolini”.

A che punto è il mercato? “Stiamo vagliando alcune situazioni in particolar, sappiamo dove andare a rinforzare questa rosa”.

Ha visto un Chiesa in ripresa? “Senza dubbio, ha corso e scattato come ai vecchi tempi. Ho visto bene anche Benassi, il quale ha fatto un gran gol dopo un periodo dove non ha potuto esprimersi”.

Adesso arriva la SPAL che deve salvarsi. “Stanno soffrendo anche loro, sono ultimi con 12 puntie daranno tutto per non perdere. Noi siamo obbligati a vincere”.

Preoccupato per la classifica? “Purtroppo sono abituato (ride, ndr). Ho la consapevolezza che possiamo uscirne perché la Fiorentina come giocatori e come rosa è importante, non inferiore ad altre squadre che ci sono sopra. Abbiamo passato un periodo negativo, stiamo pagando un po’ quello. Speriamo di cambiare questo trend”.

Come lo vede Commisso? “E’ sempre motivato anche se la classifica non permette questo. Ha l’intenzione di fare investimenti sui giocatori, sulla società e sulle strutture. Sicuramente ci sono buone possibilità di fare qualcosa di concreto nel proseguo, ma bisogna pensare alla squadra prima di tutto”.

TuttoMercatoWeb.com