Per dire addio all’Europa non c’era modo peggiore. Umiliata e inguardabile, la trotterellante Fiorentina di Sousa riesce nell’impresa di farsi battere (con grande merito) da una squadra, il Palermo, con un piede e mezzo in Serie B e che nel 2017 finora aveva vinto solo una volta. Una specie di record al contrario, che ha scatenato l’ira dei tifosi (anche all’aeroporto di Palermo, dove Sousa è stato duramente contestato da una ventina di persone) e che potrebbe spingere la società a prendere provvedimenti. Della Valle ieri ha visto la partita in televisione ed è rimasto senza parole. Appena sabato scorso aveva chiesto impegno e dedizione per rincorre l’Europa e di non sottovalutare il Palermo. La risposta è stata tutta l’opposto, tanto che proprio Sousa ha parlato della peggior partita della sua gestione. Dopo la delusione, il patron si prenderà una notte di riflessione, poi sceglierà la strada da prendere. Come ribadito più volte da Corvino, Sousa non rischia e finirà il campionato. Al massimo la squadra andrà in ritiro ma in questo momento questa ipotesi è lontana.

Corriere fiorentino