Ieri abbiamo analizzato il mercato della difesa. Oggi invece tocca al centrocampo, il reparto più penalizzato da questo mercato targato Pantaleo Corvino. Sono andati via Vecino e Borja Valero e sono arrivati Marco Benassi e Veretout.

Indubbiamente da questo cambio la Fiorentina ci ha perso in qualità, la mediana di Pioli manca terribilmente di giocatori tecnici in grado di far iniziare e impostare l’azione. La partenza di Borja Valero nei fatti non è stata sostituta perché nè Veretout e nè Benassi hanno quelle qualità ma sono più giocatori di corsa e interdizione.

Veretout e Benassi sono due giocatori di sostanza, di corsa. Il più grande interrogativo riguarda Benassi, è andato via perché Mihajlovic al Torino gioca con il 4-2-3-1 e questo modulo, anche a detta dello stesso calciatore, non si adatta alla sue qualità considerato che non ha le caratteristiche per giocare avanti la difesa. Pero alla Fiorentina il modulo è proprio lo stesso adottato dal Torino.

E quindi? Dove giocherà Benassi?

A questo interrogativo ancora non è stata trovata una risposta anche perché abbiamo già visto come il trequartista non sia proprio il ruolo adatto all’ex capitano dell’under 21.

Proprio per questa ragione le due cessioni, quella dello spagnolo e quella dell’uruguiano, sono le due cessioni più dolorose perché impoveriscono tantissimo il centrocampo che non ha trovato sostitutiti all’altezza.

Veretout, anche se Corvino non fa altro che ripetere di come il francese sia sempre un campione del mondo del mondiale under 20, è un centrocampista normale senza nè alti nè bassi. Un buon giocatore. Molto lontano come qualità e quantità da Vecino.

Ora la palla passa a Pioli, toccherà a lui plasmare questo nuovo centrocampo che può ancora puntare su un giocatore di livello come Badelj.

 

Flavio Ognissanti

 

Comments

comments