La Fiorentina esce sconfitta da San Siro: 2-1 per il Milan ed Europa più lontana. Non basta un secondo tempo di orgoglio ai ragazzi di Sousa.

L’inizio è con il piede pigiato sull’acceleratore da entrambe le parti, ma il primo squillo è del Milan: è il 17′ quando Kucka gira di testa ed infila Tatarusanu. La replica viola però non si lascia attendere: al 20′ Chiesa sgasa sulla destra e mette al centro per Kalinic che sentenzia Donnarumma. Dura poco però, perché alla mezz’ora Borja si fa borseggiare un pallone sanguinoso a centrocampo, Deulofeu va in porta e supera Tata con una botta sul primo palo. Il Milan colpisce anche il palo esterno con un destro secco di Pasalic.

La viola riparte per trovare il pareggio e monta un forcing: al 55′ Sanchez ha l’occasione per fare 2 a 2, ma spara incredibilmente alto a porta vuota, sugli sviluppi di un calcio di punizione. I rossoneri ora si chiudono a riccio e Sousa mette dentro  Tello e Badelj per Chiesa e Cristoforo. Sousa mette dentro anche Saponara al posto di Ilicic, per provare a bucare il muro issato da Montella. Il Milan reagisce solo all’85’ con un diagonale di Abate che costringe Tata ad una parata super. Il risultato non cambia: una sconfitta pesante, perché il treno per l’Europa passava anche e soprattutto da San Siro.

 

Comments

comments