Una vergogna internazionale. Gli ultrà della Roma hanno infangato con beceri cori contro la Lazio il minuto di silenzio per i calciatori della Chape, vittime dell’incidente aereo in Colombia, osservato a Bucarest prima dell’inizio della partita di Europa League tra Astra Giurgiu e Roma. Dal settore riservato agli ospiti, si sono levati numerosi cori contro i cugini biancocelesti che hanno provocato la reazione da parte dei tifosi locali con una pioggia di fischi. Ma non è finita qui perché qualche minuto dopo, sono scoppiati anche tafferugli all’interno dello stadio con gli ultrà romanisti ancora protagonisti.

Quando la partita è iniziata, infatti, gli ultrà giallorossi hanno provato a spostare i propri striscioni in un’altra area dello stadio. Un tentativo al quale si sono opposti, però, gli steward. Di fronte al rifiuto sono scoppiati dei tafferugli tra ultrà, steward con il coinvolgimento anche degli agenti di polizia intervenuti per riportare la situazione alla normalità. Mentre divampava il caos, un tifoso di casa ha invaso il campo e ha raggiunto il settore ospiti dove ha rubato uno striscione dei romanisti. L’uomo è stato immediatamente fermato dalla polizia, e lo striscione è stato restituito da un fotografo agli ultrà giallorossi.
Gazzetta.it

Comments

comments