Vecino: “Non vedevo l’ora di venire all’Inter. Borja mi ha insegnato tanto, Firenze importante per me”

"Giocare contro la Fiorentina sarà speciale perché mi ha rappresentato. Avevo l'ansia di chiudere con i nerazzurri" così Vecino a Inter Channel

0
284

Matias Vecino ha parlato a Inter Channel, queste le sue parole:

“Quando hai saputo dell’Inter come hai reagito?
“Ero felicissimo, avevo l’ansia di chiudere in fretta per essere presto qui”.

Quanto è stato importante a Firenze avere come compagno Borja?
“Sicuramente è stato quello con cui ho vissuto più tempo da quando sono in Italia. Parla la mia lingua, poi da lui ho imparato anti movimenti, sa stare bene in campo e i adatta a diverse situazioni. Sa leggere le giocate in ogi momento. Aveva esperienza anche prima”.

Qual è stata la prima impressione avuta qui all’Inter?
“Molto positiva, avevo l’ansia di essere subito qui per allenarmi. Ho trovato un bellissimo centro sportivo e un gruppo che lavora forte”.

Da avversario che impressione ti faceva l’Inter?
“Una squadra fortissima per ciò che rappresenta e per i suoi giocatori, con Cagliari ed Empoli era sempre dura. Spero di far sentire le stesse sensazioni alle avversarie ora che sono qui”

Prima giornata Inter-Fiorentina, che effetto ti farà?
“Sarà speciale perche la Fiorentina mi ha rappresentato. Mi ha potato in Italia e mi ha fatto crescere. Quando è uscita la notizia io mi allenavo ancora a Firenze. Mi è successa una cosa simile quando sono andato al Cagliari. Ho giocato anche mezz’ora con i sardi e abbiamo vinto”.

Qual è il momento che ha cambiato la tua carriera?
“L’arrivo in Italia. Quando ho giocato a Empoli non avevo ancora trovato il mio posto. Poi Sarri ha trovato la mia collocazone e quell’anno è stata una svolta, ono tornato a Firenze con più esperienza”.

Quali sono i tuoi punti forti?
“Faccio fatica a parlare di me, mi considero un giocatore di squadra. Mi metto a disposizione dei compagni”.

Meglio affrontare subito Fiorentina e Roma?
“Sì, dà una carica in più e può essere u vantaggio visto il nostro momento”.

Cosa ti ha spinto a venire all’Inter?
“Quando ti chiama una squadra così importante non devi pensarci troppo. La motivazione te la dà la maglia, è una grandissima opportunità per me”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui