25 Ottobre 2020 · 12:09
15.4 C
Firenze

Esclusiva tifo, alla scoperta del VC Casciana Terme: “Siamo un gruppo da trasferta”

Conosciamo il viola club presieduto da Fabrizio Meini

La sede del Vc Casciana Terme

Per parlare della nostra rubrica dedicata al tifo, noi della redazione di Labaroviola.com abbiamo contattato Fabrizio Meini, presidente del Viola Club Casciana Terme.

Buongiorno Fabrizio, ci racconti la storia del vostro club?

“Siamo nati come gruppo nel 1995 ed io ho l’onore di esserne presidente fin da quel tempo in quanto fui uno dei soci fondatori. Un impegno che con la collaborazione del consiglio direttivo mi inorgoglisce, ma nel tempo è stato anche molto impegnativo (specialmente negli anni in cui la viola giocava le coppe ndr.). La nostra sede è molto grande, circa 300mq. di spazio, nei quali siamo forniti anche di una cucina attrezzata. Tale servizio ci permette di avere un’organizzazione per le trasferte con al seguito quasi un vero servizio catering..(ride..ndr.)”.

Quanti soci potete contare?

“Oggi causa coronavirus ci siamo assestati sui 270, un numero molto vasto. Pensate che negli anni d’oro dei Della Valle abbiamo raggiunto le 700 unità”.

Quali zone di tifosi raggruppate?

“La comunità di Casciana Terme è solo una minima parte, in quanto contiamo gruppi di persone da Pisa, Arezzo fino a Grosseto. Un grande serpentone che copre luoghi distanti da Firenze, ma sempre all’interno della regione”.

Lo stemma del club

Dove esponete il vostro vessillo al Franchi?

“Noi siamo disposti in Curva Ferrovia, lato ‘formaggino’ (settore ospiti, ndr.). Ultimamente ci eravamo leggermente accentuati verso il centro della Curva dato lo spostamento del Vc Viesseux verso la Curva Fiesole”.

Siete stati presenti nelle trasferte?

“Noi siamo sempre presenti, in casa e fuori. Talvolta uniamo le forze anche grazie al ‘Vc Stella della Versilia’ dell’amico Ivano Boschetti. Ricordo in particolare la trasferta a Cagliari l’anno passato. Giocando di domenica alle 12,30 decidemmo di partire il giorno precedente. Scegliemmo di alloggiare presso un agriturismo gestito da pastori sardi. Durante la cena ci vennero a fare una bellissima sorpresa una delegazione della Fiorentina, capitanata da Antognoni, Barone e Joseph Commisso. Il tutto dietro la cura dell’addetto alla comunicazione Alessandro Ferrari. Restarono con noi e brindammo alla nostra Fiorentina. Barone ci passò in videochiamata anche il presidente Commisso, fu tutto indimenticabile. Tranne il 5-1 per i rossoblu del giorno dopo”.

A proposito di Commisso, come valutate il suo primo anno di presidenza?

“Rocco ha riportato entusiamo e appartenenza ai colori viola. Non capisco come fra i fiorentini circoli uno strisciante malcontento dovuto alla campagna acquisti. Commisso ha investito molto nel centro sportivo e speriamo abbia la possibilità di fare anche lo stadio. Col tempo saremo protagonisti, non ho dubbi. Forza viola!”.

Marco Collini

LEGGI ANCHE: RADIO BRUNO, RIBERY LASCEREBBE LA FIORENTINA A FINE STAGIONE..

 

CONDIVIDI

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIMI ARTICOLI

Ristoranti, piscine e palestre chiuse, stop ai dilettanti. Possibile spostamento tra regioni. Ecco il nuovo Dpcm

Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani Nel nuovo Dpcm, firmato anche dal ministro della Salute, Roberto Speranza, è stato confermato lo...

Un calcio con la pistola, un’ora e mezza di terrore. Il racconto del furto nella villa di Luca Toni

Scene da film. Attimi seri e concreti di paura ma nei quali la freddezza ha dovuto anteporsi forzatamente all’istinto di reagire alla «violenza domestica»...

CALENDARIO