Secondo quanto riporta la Nazione, nessuno sembra rassegnarsi all’idea che il Tianjin possa presentare un’ultima disperata offerta per Nikola Kalinic. Del resto società e proprietà hanno rimesso tutto nelle sue mani anche dopo il tracollo di giovedì sera e, come dall’inizio, la sensazione è che se arriverà un’altra offerta vicina alla clausola rescissoria, la decisione spetterà ancora una volta al giocatore con la Fiorentina pronta ad incassare l’assegno monstre. La variabile che in pochi considerano resta sempre Sousa.
Dietro al gran rifiuto di Kalinic, oltre alla sua voglia di restare in Europa e misurarsi con la Champions League il prossimo anno, c’è stato fin dall’inizio il tecnico portoghese. La Fiorentina lo ha confermato almeno fino a lunedì, ma in caso di risultato negativo con il Torino, tutto sarebbe nuovamente in discussione. E a quel punto anche il futuro di Kalinic.