18 Ottobre 2021 · 08:39
8.1 C
Firenze

CorFio, Unesco: “Contrari alla demolizione del Franchi. Ni al suo ammodernamento”

Come andrà a finire la storia Franchi?

Per chi studia architettura, è un simbolo di una generazione, scrive oggi il Corriere Fiorentino. Ed è così che la campagna partita dalla Nervi Foundation ha coinvolto Fai, Italia Nostra e altri. Ma anche l’ordine degli architetti (nazionale e fiorentino, che chiedono concorsi internazionali in casi simili) ed è arrivata all’Icomos, consiglio scientifico dell’Unesco.

«Non diciamo che i cambiamenti non siano possibili ma siamo contrari alla demolizione, perché in quel caso il Franchi è perso per sempre» spiega da Chicago Gunny Harboe, il presidente di Icomos Isc20C, il comitato che si occupa di architettura moderna. «È una proprietà pubblica, un simbolo della storia dell’architettura». Ma se non si adegua agli standard moderni, rischia di diventare un pezzo di cemento armato nel mezzo di un quartiere: «Forse ci sono soluzioni alternative, sia per intervenire e rinnovare che per il futuro utilizzo — risponde Harboe — O forse i nuovi proprietari vogliono troppo rispetto a quello che puoi ottenere da quello stadio». Anche se resta il rischio che non succeda nulla o si debba aspettare chissà quando per avere le risorse pubbliche per il nuovo Franchi.

LEGGI ANCHE, PRANDELLI NEGATIVO TRE VOLTE, TORNA AD ALLENARE. CASO NON CONFERMATO, GIOCATORI LIBERI

PRANDELLI NEGATIVO TRE VOLTE, TORNA AD ALLENARE. CASO NON CONFERMATO, GIOCATORI LIBERI

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO