L’ultimo grande colpo di casa viola è quello di Giovanni Simeone. Quella di oggi è stata la giornata del centravanti argentino a Firenze per un acquisto che mette davvero d’accordo tutti.

Ma le ultime 24 ore sono anche state le ore dell’acquisto a sorpresa di Cristiano Biraghi che sarà il nuovo terzino sinistro viola e anche di German Pezzella, che arriverà nelle prossime ore a Firenze con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 10 milioni. Questo l’accordo con il Betis Siviglia della vecchia conoscenza Edoardo Macia.

Gli ultimi giorni hanno visto anche l’arrivo ufficiale di Gil Dias, esterno classe 96 portoghese che il Monaco ha preso ma mai fatto giocare mandandolo in prestito al Rio Ave. Gil Dias sulla carta va a sostituire Bernardeschi per un colpo che non ha entusiasmato quasi nessuno.

Ma quanto ha speso la Fiorentina fino ad ora?

Partiamo dal presupposto del dato dei soldi incassati, fino ad ora e considerato ormai la cessione di Kalinic (che valutiamo 30 milioni) i soldi nelle casse della società viola sono ben 111 milioni di euro.

Questi invece i soldi spesi nel mercato in entrata nel dettaglio:

1) Carlos Sanchez (riscatto) 2,75 milioni

2) Castrovilli (riscatto) 1,4 milioni

3) Vitor Higo 8 milioni

4) Bruno Gaspar 3,5 milioni

5) Milinkovic 5 milioni

6) Vlahovic 1,5 milioni

7) Graiciar 1 milione

8) Zekhnini 1,5 milioni

9) Veretout 7 milioni

10) Brancolini 0,5 milioni

11) Eysseric 4 milioni

12) Benassi 10 milioni

13) Gil Dias (Prestito con diritto)

14) Pezzella (prestito con diritto)

15) Simeone 18 milioni

16) Biraghi 2 milioni

Questi tutti gli acquisti della Fiorentina in questa sessione di mercato per un totale di 63,65 milioni spesi per la precisione.

In pratica nelle casse della Fiorentina ci si sono ancora per la precisione ben 47 milioni di euro.

Dunque il direttore generale Corvino ha ancora a disposizione tantissimi soldi che possono essere spesi sia per il terzino destro (altro grande difetto della rosa a disposizione di Pioli) e anche per un colpo in attacco capace di sostituire degnamente un calciatore di primissimo piano come Bernardeschi. I soldi ci sono e sono anche tanti, quest’anno non ci sono buchi di bilancio da ripianare, per gli ultimi 15 giorni di mercato tocca solo a Corvino dare a Stefano Pioli una grande squadra all’altezza degli ultimi anni e delle ambizioni gigliate. 47 milioni di buoni motivi…

 

Flavio Ognissanti

Comments

comments