Sabato scorso il rugby italiano ha firmato un’impresa storica battendo il Sudafrica, una delle squadre piu forti del mondo, questo è successo proprio a Firenze nello stadio Franchi. Aldilà di questo di cui da italiani siamo tutti molto orgogliosi c’è un aspetto, assolutamente non sottovalutato dai tifosi della Fiorentina, che vale la pena evidenziare nel modo giusto, aldilà delle parole di facciate e di propaganda che sono state dette.

Naturalmente è stato detto che non ci sarà alcuna modifica, non ci sarà nessun problema, il terreno del Franchi sarà perfetto, quasi non ce ne accorgeremo e tante altre belle favolette che tutti con gioia abbiamo ascoltato.

Purtroppo la verità è leggermente diversa. Più che leggermente. Andiamo con ordine.

Partiamo da un presupposto. Il terreno del Franchi dopo la gara di sabato aveva delle zone totalmente disastrate. Subito i tecnici specializzati, nella giornata di domenica,  sono intervenuti, come fatto anche in altri periodi, per risolvere il problema. Che cosa hanno fatto? Hanno tolto le zone piu rovinate e li hanno sostituiti con altri pezzi di terreno.

Risultato: la gran parte del terreno di gioco sarà quello rovinato dal rugby, le zone più critiche sono state sostituite da un altro terreno con un colore assai diverso da quello del resto del campo. In pratica giovedì in Europa League vedremo un campo praticamente tappezzato, anche visivamente ci sarà questo effetto del Franchi.

Una riflessione va fatta. Sia chiaro, non è colpa della società Fiorentina, se il Franchi viene usato per Serie A, Europa League, Rugby, concerti estivi ( ce ne saranno tanti anche quest’estate) e tante altre iniziative vuol dire che c’è un problema di priorità. E qualcuno queste priorità deve stabilirle, nel rispetto di tutti…
Flavio Ognissanti

Comments

comments