Stefano Pioli è sempre piu lontano dall’Inter nella prossima stagione

La dirigenza neroazzurra sembra aver deciso, il tecnico ha finito la sua avventura sulla panchina dell'Inter

0
141
Quanto all’eventualità che possa aver pesato l’aver tirato a tutta per due mesi non è una condizione che regge fino in fondo, perché la vincere spesso e volentieri dovrebbe essere la normalità all’Inter, non l’eccezione, e i nerazzurri si sono fermati presto nelle altre due competizioni di quest’anno, col vantaggio di poter gestire le forze. Sono mancate le contromisure, le alternative quando i giocatori chiave sono calati di condizione, le idee per invertire la rotta quando gli avversari hanno capito come fermare l’attacco interista.
Il futuro, peraltro, non è più roseo a livello di calendario. Delle sei avversarie sul cammino, tre sono di alta difficoltà: Fiorentina a Firenze, Napoli in casa, Lazio in trasferta. Difficile pensare di rialzarsi.
Il destino del tecnico sembra segnato e di conseguenza tornano le ipotesi sulla successione. Quasi impossibile arrivare a Conte, mentre c’è ancora una speranza per Simeone. Se l’argentino dovesse considerare chiusa l’esperienza madrilena, Milano sarebbe l’approdo naturale. I nomi restanti sono un piccolo rebus, perché le alternative scarseggiano. Potrebbe liberarsi Spalletti, ma non convince a pieno. Piace molto Jardim, che sta facendo benissimo al Monaco, solo che non è semplicissimo liberarlo dal legame con il Principato, dove ha costruito un piccolo capolavoro e sembra intenzionato a continuare nella sua avventura. La rincorsa dell’Inter alla zona europea continuerà con una tappa molto difficile.
I nerazzurri voleranno nel prossimo week-end al Franchi di Firenze su un campo storicamente molto difficile, sebbene di fronte a una squadra priva del centravanti titolare (Kalinic) e reduce da un pessimo risultato contro l’Empoli. In compenso sembra essere rientrato l’allarme attorno a Ivan Perisic. Il croato è uscito nel derby per un piccolo problema al ginocchio. La sua presenza non dovrebbe comunque essere in dubbio per la gara in Toscana. Non sono attesi grandi stravolgimenti neanche nel resto della formazione.
Quotidiano Sportivo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.