In seguito ad un battibecco sui social tra il presidente Bruno de Carvalho e alcuni giocatori, il numero uno dello Sporting ha deciso di sospenderli. Il tutto è avvenuto dopo il ko in Europa League contro l’Atletico

Una sconfitta pesantissima, un ko difficile da digerire che ha scatenato il putiferio all’interno dello spogliatoio dello Sporting Clube de Portugal. Una lite particolare, scoppiata sui social dopo la debacle di Europa League contro l’Atletico Madrid che ha visto protagonista il presidente della squadra portoghese Bruno de Carvalho e alcuni giocatori. Il numero uno dei ‘Leoses’ ha affidato a facebook il proprio stato d’animo dopo il ko del Wanda Metropolitano, accusando i propri giocatori per il risultato maturato al cospetto di Griezmann e compagni. Critiche che non sono andate giù ai diretti interessati, in particolare al portiere Rui Patricio che, tramite i propri canali social, ha risposto al presidente: “Siamo dispiaciuti per lo sfogo del presidente e per l’assenza di appoggio da parte di chi dovrebbe essere il nostro leader. Ha puntato il dito per colpevolizzare i giocatori pubblicamente quando l’unione di un gruppo si fonda sugli sforzi congiunti, indipendentemente dalla situazione che stiamo passando. Tutti i problemi si risolvono dentro al gruppo”.

Dopo una notte di riflessione, la risposta del presidente dello Sporting non si è fatta attendere. Bruno de Carvalho infatti, non gradendo la presa di posizione dei propri giocatori, ha deciso di sospendere tutti coloro che hanno osato lamentarsi dopo le sue parole. “Ne ho abbastanza di bambini viziati che non rispettano niente e nessuno – le parole del presidente – Questi bambini viziati pensano di andare lontano, ma questa volta la mia pazienza si è esaurita nei confronti di chi crede di essere più importante del club e di qualsiasi critica”. Secondo quanto riferito dai media portoghesi, la lista dei sospesi è lunghissima e comprende il capitano Rui Patricio, William Carvalho, Coates, Coentrao, Gelson, Piccini, Wendel, Rúben Ribeiro, Doumbia, Bruno César, Podence, Palhinha, Leao, Acuña, Battaglia, Bryan Ruiz, Bruno Fernandes, Montero e Ristovski. Una situazione paradossale che rischia di compromettere anche la prossima partita di campionato, visto che lo Sporting dovrà affrontare il Paços de Ferreira al momento con diciannove giocatori in meno in rosa.

Fonte sky

Comments

comments