Il confronto tra Montella e Sousa c’è e si può fare. La squadra a disposizione è più o meno lo stessa, Sousa ha potuto contare su un attacco vero quest’anno e soprattutto di un bomber da 38 partite come Niola Kalinic. Un uomo importante che sicuramente è mancato nella gestione Montella è stato Vecino, le sue caratteristiche sarebbero state davvero importanti in un centrocampo, quello montelliano, tutto tecnica e fantasia. Dal canto suo Montella ha potuto contare su 5 mesi straordinari di Salah e su un centrocampo, da lui costruito, fortissimo e che predominava tecnicamente. La media punti non mente. Per Montella 153 partite totali e la media punti di 1,80 punti a partita. Per Sousa invece 45 partite totali e la media punti di 1,58 punti a partita. La grande differenza tra i due restano le Coppe. Sia in Europa League e in Coppa Italia la Fiorentina è stata protagonista sfiorando per poco il colpaccio, con Sousa in Coppa Italia e Europa League solo fallimenti.

 

Flavio Ognissanti 

Comments

comments