Alla vigilia della partita contro il Bologna ha parlato l’allenatore della Fiorentina Paulo Sousa, queste le parole del tecnico portoghese:

“A Bologna giocheranno i giocatori migliori, coloro che stanno meglio per mettere in difficoltà il nostro avversario di turno. Se non siamo continui nei risultati ci porta ad avere problemi in classifica. Non abbiamo problemi fisici, dal punto di vista mentale dobbiamo migliorare.

Rispetto alla partita pareggiata con il Verona lo scorso anno è cambiato l’atteggiamento, non sono stati fatti gli stessi errori dello scorso anno. Solo due cose sono stati uguali, l’arbitro e il campo di gioco. Ma noi quest’anno siamo stati molto meglio.

Sono il primo responsabile, prima dei calciatori vengo io. Non stiamo avendo in tutte le partite tutti i giocatori in forma, stiamo lavorando per questo, c’è un miglioramento e senza dubbio manca la continuità dei risultati. I punti aiutano a vincere sempre di più.

Se pressiamo alti evitiamo tanti problemi. Quello che è mancato rispetto allo scorso anno in queste partite sono stati i primi venti minuti di ogni partita. Se noi facciamo gol subito, le squadre si devono scoprire, noi poi siamo bravi nel giro palla e tutto diventa più facile. Stiamo mancando proprio in quello, l’approccio alla gara è fondamentale. Stiamo lavorando proprio su questo aspetto, nell’essere incisivi sin da subito.

Io sono una persona ottimista, lo scorso anno sognavo molto ma mi hanno spinto verso la realtà. Quest’anno sono molto proiettato verso la realtà.

Fortunatamente la squadra recupera molto facilmente, la partita contro il Crotone non è andata come volevamo per questo motivo non stiamo recuperando come avremmo voluto. Ma questo non è di certo un alibi per noi.

Il Bologna ha qualità, è una squadra importante sotto il profilo tecnico e fisico. Sono bravi nei contropiedi. Penso che avremo meno opportunità di far gol perché difendono molto bene, avremo poche opportunità ma dobbiamo sfruttarle.

Kalinic fuori? Babacar e Kalinic devono essere in competizione fra loro. Come numero di partite da titolari sono molto vicini. Ho scelto di far giocare Babacar contro il Crotone e penso di aver fatto bene, naturalmente in ogni decisione so che ci sono dei rischi. Conosco bene i miei giocatori e so che non ci sono rischi di bruciare il loro entusiasmo, specialmente Nikola Kalinic. Se si fosse vinto questo problema non ci sarebbe stato” conclude Sousa.

Comments

comments