Queste le parole di Paulo Sousa dopo la vittoria della Fiorentina contro il Sassuolo:

“Stiamo crescendo a livello caratteriale, di continuità e di mentalità. Veniamo da un viaggio lungo dopo l’Europa League, una partita difficile dalla quale è difficile recuperare. Loro hanno lo stesso allenatore da tempo per questo hanno un sistema di gioco collaudato. Ci hanno creato diverse difficoltà, ma penso che durante la gara abbiamo creato le occasioni per chiuderla. I nostri avversari avevano tanta qualità. Kalinic è un giocatore di altissimo livello, non solo tecnico-tattico, ma anche mentale, fisico, ed ha valori umani pazzeschi. Uno come lui fa bene al calcio e sta facendo benissimo qui. Chiesa per Tello? Credevo fosse la scelta migliore per oggi. Sta crescendo e capendo meglio i nostri principi, sta crescendo molto. Le mie decisioni sono sempre le migliori per la Fiorentina. Credevo fosse quello giusto. Badelj e Vecino si conoscono bene, lo scorso anno hanno giocato benissimo insieme. Il nostro spirito e la nostra mentalità ci hanno permesso di vincere. Borussia Moenchengladbach? Loro sono squadra costruita per la Champions, ed hanno qualità tecniche molto alti, sia individuali che collettive. Una sfida che ci deve mettere più gioia possibile per essere noi stessi e far male a loro. Ho schierato Olivera perché ho pensato fosse più adatto per questo tipo di partita. Borja e Babacar? Spero di recuperarli per giovedì contro il Genoa” conclude Paulo Sousa

 

Comments

comments