6 Dicembre 2021 · 15:26
9.8 C
Firenze

Sottil Sr: “Espulsione di Riccardo eccessiva. Rosso da estrarre per casi eclatanti”

L'ex viola parla del percorso del figlio Riccardo

Andrea Sottio tecnico dell’Ascoli

Il percorso alla Fiorentina di Riccardo Sottil si prospetta sempre più lungo, infatti il classe 1999′ ha rinnovato il contratto con la società viola fino al 2026′.

Per parlare di questo e molto altro Labaroviola ha contattato in esclusiva Andrea Sottil, padre del calciatore ed attuale tecnico dell’Ascoli.

Arrivasti in viola a 20 anni, hai il rimpianto di essermene andato da un progetto in crescita?

“È vero il rimpianto c’era perché lasciavo una società che aveva creduto molto in me, ma alla mia età avevo bisogno di giocare ed alla Fiorentina mi sentivo chiuso. Mi cercò l’Atalanta del mio caro mister Mondonico che mi aveva lanciato in A e non potei dire di no”

Ti senti ancora coi tuoi ex compagni, se sì quali?

“Certamente, eravamo un bel gruppo. Il ragazzo con cui sono in maggiore contatto è Sandro Cois, col quale sono cresciuto nella Primavera del Torino e ci sentiamo continuamente. Poi ho un ottimo rapporto con Amerini, Massimo Orlando e Amoruso”.

Nikola Milenkovic

Nella rosa della Fiorentina chi più ti assomiglia?

“Io ero un difensore molto arcigno e dai miei tempi il calcio è molto cambiato. Direi che Nikola Milenkovic è colui che si avvicina di più nello stile a me, abbina i principi fondamentali del marcamento alla modernità, è bravo a coprire la profondità come pochi ed è anche veloce. Un grande difensore in prospettiva”.

Hai visto la partita di Venezia, come valuti la partita degli uomini di Italiano?

“Ho visto tutte le partite della Fiorentina quest’anno e questa è stata molto tattica, giocata con due squadre molto corte e decisa da un episodio. Direi che la Fiorentina ha creato le sue occasioni non sfruttandone però, il pareggio era il risultato più giusto”.

Firenze, stadio A.Franchi, 21.09.2021, Fiorentina-Inter, foto Lisa Guglielmi. Copyright Labaroviola.com

L’espulsione di Riccardo è stata un’ingenuità oppure eccessiva l’espulsione?

“L’ho trovata eccessiva, non voglio sembrare di parte perchè non mi interessa esserlo in tale domanda ma rispondo da uomo di calcio. Io trovo che Riccardo non volesse tirare un calcio all’avversario tanto che ha ritirato la gamba. Un arbitro in certi casi dovrebbe estrarre il rosso solo in casi eclatanti e per condotta violenta”.

Ti aspettavi del rinnovo in viola di Riccardo e quanto ti rende orgoglioso?

“In famiglia siamo tutti orgogliosi della dimostrazione della società viola, per Riccardo è il massimo perché Firenze è ormai casa sua. Quest’anno con mister Italiano si sta trovando benissimo, trovo sia la persona giusta per stimolarlo a fare sempre meglio ed i risultati piano piano stanno arrivando. Le prestazioni sono buone”

Marco Collini

LEGGI ANCHE: DILETTA LEOTTA, HO GIOCATO A BASKET CON CHIELLINO. QUANDO DIFENDE..

Diletta Leotta: “Ho giocato a basket contro Chiellini, quando difende sembra un gorilla”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO