19 Gennaio 2022 · 09:23
3.8 C
Firenze

Sospesa l’indagine per l’esame di Suarez. Il motivo della decisione

Luis Suarez e l'esame per il passaporto italiano nell'università di Perugia, ma il pubblico ministero ha deciso di interrompere tutto

Suarez all’arrivo a Perugia per l’esame di italiano valido per ottenere il passaporto

Una decisione clamorosa. Il procuratore capo di Perugia Raffaele Cantone ha deciso di interrompere per il momento le attività investigative in corso sull’ “esame farsa” sostenuto all’Università per Stranieri dal bomber uruguaiano Luis Alberto Suarez. Stop agli interrogatori e alle audizioni dei testimoni. Rinviati alcuni atti in programma. Il motivo è legato, ha spiegato Cantone, a quanto riportato dalla stampa e dalle televisioni in questi giorni: indiscrezioni che vengono considerate dall’ex presidente dell’Anticorruzione ripetute violazioni del segreto istruttorio. “Sono indignato per quanto successo finora, compreso l’assembramento dei mezzi di informazione oggi sotto la procura. Faremo in modo che tutto questo non accada più”.

A far arrabbiare Cantone, da quanto si apprende, è stata l’anticipazione di alcune attività d’indagine e l’uscita sui tg del nome di Suarez come prossimo testimone da sentire in videoconferenza. Cantone, che oggi non era in città, ha deciso di aprire un fascicolo per accertare eventuali responsabilità. La durissima presa di posizione non significa che gli inquirenti non indagheranno più sulla vicenda, ovviamente, ma che indagheranno “in altro modo”. Saranno tutte riprogrammate le attività, “da svolgere in modo da garantire la doverosa riservatezza”.

Sul caso Suarez-Juventus lavorano due pm, Paolo Abritti e Gianpaolo Mocetti, e i finanzieri del Nucleo di Polizia Economica di Perugia. Lo riporta Repubblica.it

LEGGI ANCHE, IL CODACONS: “SE LA JUVENTUS È COINVOLTA NEL CASO SUAREZ DEVE ANDARE IN SERIE B”

Codacons: “Chiediamo la retrocessione in serie B della Juventus in caso di coinvolgimento nella truffa Suarez”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO