L’amarezza questa volta è tanta, perchè avevamo di fronte una grande squadra, con gli stessi punti in classifica e la possibilità di ritrovarsi in zona Champions con una vittoria ormai ad un passo.

La Fiorentina ha una grandissima difesa, in estate si è fatto un gran parlare di questo tridente, ma se oggi la squadra viola se la gioca con tutti il merito è della sua difesa a tratti mostruosa. Anche oggi, ne prendiamo uno per tutti, la prestazione di Pezzella è stata straordinaria, eroica. Ma putroppo la difesa non non può far anche gol, e se non segni allora prima o poi il gol lo prendi. Oggi come contro il Cagliari, ad esempio.

La fase offensiva della Fiorentina è un problema serio, Simeone ne è l’emblema. Ci chiediamo, perchè Pioli insiste cosi tanto? Si d’accordo, la società non gli ha comprato un centravanti di riserva, ma quello che stiamo vedendo dell’ argentino è qualcosa di imbarazzante. Anche sul rigore procurato (molto dubbio) il bomber viola aveva sbagliato lo stop, ed era tutto solo davanti al portiere.

Ma quello che preoccupa non sono tanto i gol che mancano (2 in 11 partite) ma gli evidenti limiti tecnici che sta dimostrando. Quello che è successo nell’azione di Chiesa è l’emblema di ciò che stiamo guardando.

Un attaccante che sbaglia movimenti, tocchi, scelte.

Abbiamo Thereau, abbiamo Vlahovic, può giocare Mirallas falso nueve. Perchè dobbiamo continuare ad andare a sbattare contro un muro? Quando il numero 9 sarà recuperato allora potrà continuare a prendere il suo posto al centro dell’attacco viola. Adesso sembra di giocare uno in meno. Pioli deve spiegarci perchè non considera minimamente Thereau, oggi nemmeno convocato. Senza attaccante non vinci le partite. Infatti la Fiorentina non vince da piu di un mese. Un dato preoccupante. Eppure la squadra c’è, è solida. Lo ha dimostrato anche questa sera.

..ma i punti persi per questo uomo in meno iniziano ad essere tanti, troppi.

Flavio Ognissanti