16 Gennaio 2021 · 06:25
2.5 C
Firenze

Scopriamo Youssef Maleh: Imprevedibilità, dribliing, corsa ed un sinistro che canta. Viene paragonato a Bernardeschi

Scopriamo le caratteristiche di Youssef Maleh, ultimo colpo di mercato della Fiorentina. Corsa, tecnica, imprevedibilità e dinamismo

RUOLO: CENTROCAMPISTA
DATA DI NASCITA: 22 AGOSTO 1998
ALTEZZA: 1,79 MT
PESO: 75 KG
SCADENZA CONTRATTUALE 30/6/2021

Cresciuto nelle giovanili del Cesena, il Venezia lo nota durante la sua prima esperienza da professionista, in Serie C con il Ravenna. Un anno e mezzo in Romagna per poi trasferirsi definitivamente in Laguna nell’estate del 2019. Nelle gerarchie del promettente tecnico Alessio Dionisi, Maleh conquista minuti su minuti e con l’arrivo in questa stagione di Paolo Zanetti il trend non cala, anzi.

Infatti, oltre essere ormai diventato un vero e proprio perno dei lagunari, Maleh ha di recente esordito con la nazionale italiana under 21, nonostante – com’è ben comprensibile – il suo nome tradisca orgogliosamente origini maghrebine. Il Marocco è il paese di papà, ma l’Italia lo ha cresciuto, svezzato e consacrato.

Il resto lo ha fatto il fortunato incontro con Alessio Dionisi. L’attuale allenatore dell’Empoli lo ha svezzato tatticamente e liberato da alcune responsabilità in fase di copertura, sfruttandolo per quelle che sono le sue caratteristiche migliori. Se lo scorso anno Maleh ha chiuso con 1 gol e 2 assist, in questa stagione ha già pareggiato lo score con sole 9 apparizioni complessive.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Maleh nasce terzino sinistro ma, proprio grazie al profondo lavoro di Dionisi, sia da in punto di vista tattico che tecnico preferisce giocare a tutta fascia. I suoi strappi sono importanti soprattutto da centrocampo in su, perché è proprio in fase offensiva che emerge la sua tecnica di base estremamente sviluppata. Ha un sinistro “che canta”, rapido negli spazi, ficcante quando punta il fondo, è anche dotato di una discreta fisicità, che completa così un profilo davvero stuzzicante.

A proposito di paragoni, il direttore dell’area tecnica veneziana, Paolo Poggi, ha accostato Youssef Maleh a uno juventino ed ex viola: “Per caratteristiche, anche se non ha lo stesso ruolo, mi viene in mente Bernardeschi” ha detto Poggi, motivando questo parallelismo non tanto per la posizione in campo, quanto “per le movenze e l’utilizzo del piede sinistro”. Questo probabilmente è il paragone più calzante, ricorda molto il primo Bernardeschi, quello di Crotone e del primo anno di Firenze per intendersi.

Marzio De Vita

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

TMW, Mateta in caso di addio di Kouamè: il Mainz chiede 20 milioni

Jean-Philippe Mateta nuova idea per l'attacco della Fiorentina: 20 milioni il prezzo del cartellino

Comunicato ATF: “La Fiorentina non avrà uno stadio. La classe politica…”

Questo il comunicato di ATF-ACCVC in risposta alla nota della Fiorentina sulla questione stadio Artemio Franchi: La TIFOSERIA della...

CALENDARIO