4 Marzo 2021 · 03:42
6.5 C
Firenze

SCOMMESSA BERARDI: SOGNO, FOLLIA O GRANDE OPPORTUNITA’? L’EDITORIALE DI STEFANO BORGI.

Domenico Berardi, classe ’94, è sul mercato. E, lo diciamo subito, lui vorrebbe la Roma. Il perchè è presto detto: alla Roma c’è Di Francesco, suo mentore ai tempi del Sassuolo. Prima dei capitolini, però, c’è la Fiorentina, che lo vorrebbe per completare il 4-3-3 di Pioli. Corvino lo ha trattato negli anni scorsi, e si sa… Pantaleo torna sempre sul luogo del delitto. E Berardi, per la Fiorentina che verrà, sarebbe il delitto perfetto. Detto che la conclusione dell’affare è ben lungi dall’essere definita (tra domanda ed offerta corrono 10-15 milioni) ci chiediamo: che tipo di affare sarebbe per la Fiorentina quello di Domenico Berardi? Un sogno, una chimera, un’illusione che permetterebbe ai viola di svoltare, di fare l’auspicato salto di qualità? Una follia, non come Cristiano Ronaldo alla Juve, ma del tipo… troppo grande l’investimento se rapportato al valore, al rendimento delle ultime stagioni? Oppure Domenico Berardi, alla luce del valore tecnico, dell’età, dell’esperienza (italiana ed internazionale, è pur sempre un nazionale azzurro…) della prospettiva futura, rappresenterebbe un’opportunità da non lasciarsi sfuggire? Questo chiediamo ai nostri lettori, consci che la risposta non è facile. Un po’ come se vi chiedessero: vorreste Balotelli alla Fiorentina? Fateci caso, la tentazione è forte da ambedue le parti. Istintivamente diremmo… no! Tenetevelo voi. Poi, però, pensandoci bene… Questo vi chiediamo: Domenico Berardi, lo vorreste vedere in maglia viola? Oppure ne fareste a meno?

Ci permettiamo, come Labaroviola.com, di dare un indirizzo, che (ovviamente) non deve condizionare. Nessun giudizio, nessun parere. Serve solo a stimolare il confronto. Facciamo riferimento a due nomi: quelli di Adrian Mutu e di Giuseppe Rossi. Qualcuno dirà: che centra il c… con le 40 ore? Non è proprio così. Innanzitutto il ruolo: tutti e tre attaccanti, all’occorrenza esterni sinistri, tutti ottimi realizzatori. Poi la cosa più importante: tutti e tre, senza difetti, senza problemi, senza controindicazioni, non sarebbero mai arrivati a Firenze. Questo è sicuro. Tutta gente (minimo) che avrebbe dovuto giocare la Champions League. E invece… Il romeno, lo sappiamo, tra sesso, droga e rockn’roll, è stato più personaggio che calciatore. Pepito Rossi, fuoriclasse assoluto, l’unico italiano che avrebbe giocato titolare nel Barcellona e nel Real Madrid, aveva la spada di Damocle del ginocchio, dell’infortunio imminente. Spada che, il 6 gennaio 2014, si è regolarmente abbattuta su di lui. Chiudendo di fatto una delle più belle favole in salsa viola. Su Domenico Berardi, che dire? Meno tecnico di Mutu, meno realizzatore di Pepito, ugualmente intrigante, affascinante, apparentemente con minori problemi dei due predecessori. Però, ci chiediamo: perchè Domenico Berardi, messosi in luce nel 2013, esploso nel 2014, praticamente acquistato dalla Juventus e mai riscattato, non è ancora diventato… Domenico Berardi? Perchè da anni si dice che Berardi sarà il valore aggiunto del calcio italiano, e poi non lo diventa mai? Anzi, progressivamente si allontana, si dilegua… Qualcosa sotto ci deve essere, gatta ci deve (per forza) covare. Quindi, ammettiamo (e non concediamo) che Pantaleo Corvino lo prendesse a 15 milioni (cifra riteniamo congrua), per la Fiorentina sarebbe un affare? Sarebbe una follia? Sarebbe un rischio o al contrario un’opportunità? E ancora: sarebbe un investimento che impreziosirebbe il 4-3-3 di Pioli? Pensate: davanti Chiesa, Berardi e Simeone. A centrocampo Pasalic, Veretout e Benassi. Dietro Milenkovic, Pezzella e Vitor Hugo. In porta Lafont. Di rincalzo Vlahovic, Dabo, Hancko, i giovani Sottil e MontielNoi 50enni abbiamo vissuto di peggio, ed anche voi… Fateci sapere la vostra, noi siamo qua.

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

(FOTO) Ribery è molto arrabbiato a fine partita per la sconfitta con la Roma

Il giocatore francese della Fiorentina, Franck Ribery, è rimasto molto deluso e contrariato dalla sconfitta con la Roma allo stadio Franchi e per il...

Babacar ad Astori: “Amico spesso piango in silenzio e inizio a ricordare”

L'ex attaccante della Fiorentina, El Khouma Babacar, ha ricordato Davide Astori sul suo profilo Instagram con un messaggio commovente. Questo il suo post: "Amico spesso...

CALENDARIO