Maurizio Sarri può tirare un sospiro di sollievo: la panchina al Chelsea è salva. Abramovich ha deciso di dare fiducia all’allenatore italiano che però resta ancora al centro delle polemiche. Adesso è la squadra a metterlo sotto accusa a causa delle troppe nozioni tattiche che finirebbero per generare ansia e confusione nei calciatori. I problemi da risolvere per il toscano sono tanti e il calendario non è dalla sua parte con delle sfide difficilissime da affrontare in questo mese di febbraio.

Il pesante 6-0 rifilato dal Manchester City al Chelsea ha scatenato grandi polemiche in casa Blues con Sarri che è finito al centro delle polemiche tanto da rischiare anche l’esonero. Secondo i media inglesi Abramovich avrebbe deciso di dargli ancora una chance ma le sfide che attendono il club di Londra sono davvero complicate: la doppia sfida in Europa League con il Malmo con in mezzo il quinto turno di Fa Cup contro il temibile Manchester United. Senza dimenticare la finale di Coppa di Lega contro il City di Guardiola e l’impegno in campionato contro il Tottenham.

Un calendario difficilissimo che Sarri affronterà con lo spogliatoio in subbuglio: i senatori avrebbero messo sotto accusa il tecnico italiano a causa delle troppe nozioni tattiche che finirebbero per provocare ansia e confusione in loro. L’ex Napoli dovrà quindi recuperare anche la fiducia dei suoi uomini per salvare una panchina che appare molto traballante con Zola, il suo attuale vice, che sarebbe già pronto a subentrare in caso di esonero.

Sportmediaset.com