“Salah perfetto, gli parlo fiorentino. La viola si scopre…”

"Loro sono rimasti gli stessi, finiranno nella parte alta"

Luciano Spalletti interviene oggi in conferenza stampa, per parlare del match di domani contro la Fiorentina. Ecco le sue parole:

Sulla viola: “Loro sono rimasti gli stessi, sono rimasti una squadra forte oltre che un allenatore forte stimato da tutti in una piazza non facile come quella di Firenze, è segno che ha delle qualità importanti per convincere in quella piazza li come ha convinto lui. Loro giocano un buon calcio fatto di possesso palla e fatto di giocate per andare a far gol e vincere le partite e di conseguenza alzano un po e qualche volta soffrono in fase difensiva, immancabilmente. Tutte le squadre che vanno a ricercare di far gol con la squadra, con il principio di giocare bene a pallone, di portare giocatori dentro l’area di rigore avversaria, si scoprono un pochettino. Sul fatto che sia un big match, si, la Fiorentina in quello stadio crea qualcosa sicuramente di particolare ma anche le altre squadre con le quali abbiamo giocato, l’insidia nella sua totalità del nostro campionato deve evidenziare che qualsiasi partita diventa difficile. La Fiorentina tra l’altro è una di quelle candidate ad arrivare nella zona alta della classifica, per cui se ne trarrà sicuramente una spinta, una difficoltà maggiore da quello che sarà questa prestazione qua. E’ un po quello che noi dobbiamo ricercare: quest’equilibrio nella prestazione senza avere questi alti e bassi dimostrati fino ad adesso“.

Su Salah: “Lui vive le cose sempre allo stesso modo. E’ una persona perfetta, che vive tutto col sorriso. Capisce tutto, anche quando gli dico qualcosa in fiorentino. E’ rimasto attaccato a Firenze ma vuole bene alla Roma e farà di tutto per dare il massimo. Riempie la partita? Sì perché attacca la partita, con la palla fra i piedi e riesce ad uscire da situazioni precise senza neanche dargli indicazioni”.

Sull’attacco: “La formazione dello scorso anno ha dato profitti alla Roma. Poi ci penso anche con Dzeko davanti perché abbiamo anche bisogno di sostanza fisica. Con lui abbiamo altre scelte e soluzioni. Edin ti da la fisicità che tutti ricercano. Se l’ho lasciato fuori giovedì è perché lo voglio fresco a Firenze. Salah ed El Shaarawy hanno fatto bene, adesso dobbiamo trovare un equilibrio di sostanza all’interno della partita”.

Scarica l’APP di Labaro Viola per Android e per iOS

Comments

comments