Cari amici tifosi viola, impegni di lavoro con il Benfica non mi permettono di essere con voi allo stadio Franchi domani sera. So che non si può più chiamare festa per quello che è successo, sto vedendo anche io quelle immagini terribili del terremoto, ma comunque sarei venuto per stare insieme a voi e a Firenze, quella città che mi ha fatto sentire a casa per 7 anni bellissimi della mia carriera. Sono davvero orgoglioso di fare parte della storia di questa società.

Ho parlato con il presidente Mario Cognigni e gli ho promesso che dopo tanto tempo – durante questa stagione – verrò sicuramente una volta per vedere dal vivo una partita della Fiorentina che comunque seguo ogni domenica in televisione. Ringrazio i proprietari della Fiorentina Andrea e Diego Della Valle per il loro invito, ma soprattutto ci tengo a ringraziare ancora una volta voi tifosi viola che mi avete voluto nella miglior squadra di sempre. Sono orgoglioso di essere, tra gli altri, con Giancarlo Antognoni, il dirigente che mi è venuto a prendere direttamente a Lisbona e sono davvero contento di esservi rimasto così nel cuore. Sappiate che anche io non vi dimenticherò mai.

L’ho detto tante volte, lo ripeto anche in questa occasione: ho sollevato pochi trofei con la maglia viola, ma il vostro affetto non lo avrei scambiato con nessun’altra coppa.

Grazie a tutti, non appena avrò l’opportunità verrò a trovarvi e insieme festeggeremo i 90 anni della nostra amata Fiorentina.

FORZA VIOLA,
Rui Costa

Comments

comments