24 Ottobre 2020 · 19:35
15.5 C
Firenze

Rugani positivo, adesso cosa succede alla Juventus? Squadra in quarantena almeno fino al 27 marzo

“Ci tengo a tranquillizzare tutti coloro che si stanno preoccupando per me, sto bene. Invito tutti a rispettare le regole, questo virus non fa distinzioni. Facciamolo per noi stessi, per i nostri cari e per chi ci circonda”. Con queste parole Daniele Rugani stanotte ha commentato la notizia della sua positività al coronavirus. Il difensore è il primo contagiato della Serie A e la cosa avrà inevitabilmente ripercussioni su tutto il calcio, in particolare sulla Juventus e sull’Inter, l’ultima squadra ad aver affrontato i bianconeri

Rugani non aveva sintomi particolari, solo qualche linea di febbre martedì, per questo i medici bianconeri hanno deciso di sottoporlo a tampone. Il giocatore è stato messo subito in isolamento al J Hotel, la struttura attaccata al centro sportivo bianconero dove la squadra di solito va in ritiro, dove resterà per 14 giorni. La quarantena toccherà anche a tutti i suoi compagni di squadra e non solo: la società è già al lavoro per stabilire chi ha avuto contatti con il difensore.

Alcuni giocatori (tra cui Bernardeschi, che lo aveva annunciato ieri sui social), avevano già scelto volontariamente di stare lontani dalla famiglia e di trasferirsi al J Hotel. Altri hanno scelto l’isolamento volontario a casa. Gli allenamenti sono sospesi e tutti dovranno osservare il protocollo. Anche Cristiano Ronaldo, che è volato a Madeira e lì resterà finché non sarà finito in periodo di isolamento.

Tutta la squadra dovrà sottoporsi al tampone (al momento lo hanno fatto solo alcuni), ma anche lo staff e chi lavora a stretto contatto con i giocatori: la procedura impone la quarantena per chiunque abbia avuto un contatto ravvicinato per un tempo superiore a 15 minuti. Il virus ha un tempo massimo di incubazione che va dai 2 agli 11 giorni, con un tempo medio di 5,2. Agli altri giocatori verrà fatto il test nel giro di 4-5 giorni. A questo punto non è escluso che ci siano altri casi, considerate le caratteristiche di propagazione del virus e i contatti, inevitabili e frequenti, che ci sono in uno sport come il calcio.

Tutto questo avrà una ricaduta anche sulla stagione dei bianconeri. La Juventus se tutto va bene potrà tornare ad allenarsi non prima del 25 marzo. La stessa cosa vale per l’Inter, che ha sospeso gli allenamenti e ha messo tutti in quarantena. Questo significa che la gara degli ottavi di ritorno di Champions League contro il Lione, in programma martedì 17, andrà rimandata. Ed è difficile che la squadra possa essere pronta per giocare in campionato già nel weekend del 4-5 aprile, ammesso che si possa riprendere la Serie A per quella data.

Gazzetta.it

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Ecco la lista dei convocati da Iachini con l’Udinese. Presente anche Ribery

Questa la lista dei giocatori convocati da Iachini nella sfida di domani alle ore 18 con l'Udinese di mister Gotti:

La Nazione: “Sirene dalla Premier per Vlahovic: il Newcastle è interessato. No di Commisso”

Come si legge dalle pagine de La Nazione odierna, l'attaccante serbo Vlahovic è finito sul taccuino di una squadra di Premier League: il Newcastle....

CALENDARIO