28 Ottobre 2020 · 03:41
8.8 C
Firenze

Pradè: “Il 20 giugno è nata l’idea Ribery grazie a Luca Toni. Parliamo con lui dal…”

Conferenza  stampa di presentazione per Franck Ribery, interviene anche il direttore sportivo Daniele Pradè che potrebbe anche fare il

“La prima cosa che devo fare è ringraziare Commisso perché all’inizio era impensabile fare un’operazione del genere. Parte tutto intorno al 20 di giugno, ero appena rientrato alla Fiorentina e mi sono sentito con Luca Toni che mi ha chiesto cosa avevo in testa. Noi volevamo riportare l’entusiasmo e mi ha detto che dovevamo prendere Ribery. Lui mi disse che aveva una voglia pazzesca e aveva la fame del vincente dentro. Abbiamo chiacchierato a lungo. Dopo varie vicissitudini ho capito che poteva essere una cosa giusta. Ho parlato la prima volta con lui il 25 giugno e mi ha fatto subito innamorare con i valori del campione. A ogni cosa ho detto che darò un perché: è un valore aggiunto per il nostro movimento. Si è visto da come è stato accolto da tutto il calcio italiano. Si porta dietro un qualcosa di importante che è la vittoria, il carisma. Perché ci dà entusiasmo ed identità. Trasmetterà la sua professionalità a tutti i nostri giovani”.

Credevate di poter portare un giocatore così alla Fiorentina a inizio mercato?
“Non credevo alla possibilità di prendere Ribery. Lo chiamavo tante volte al giorno per farmi sentire che c’ero sempre ma era un rapporto quasi tra amici e non professionale. E’ stata una cosa enorme e una grande sorpresa. Prima Barone ha ringraziato i procuratori ma è stata una battaglia infernale. Abbiamo chiuso alle 2 di notte senza la certezza di vederlo sull’aereo. Ringrazio Nanà, la moglie, perché è stata un punto focale. Qui guadagna molto meno di altre parti. Ho spinto su questo punto per portarlo a Firenze”.

Tuttomercatoweb.com

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Mirabelli: “Cutrone non deve essere caricato di responsabilità. La Fiorentina può tornare in Europa con Commisso”

Massimiliano Mirabelli ha trattato i temi caldi di casa Fiorentina nel corso dell' intervista a Toscana TV

Ricciardi: “Una bolla per la Serie A è un’ipotesi fattibile. Il protocollo va modificato, ora è peggio di marzo”

"Serie A? Si potrebbe giocare in una bolla - ha detto il consulente del ministro della salute Walter Ricciardi a Tiki Taka - ,...

CALENDARIO