La ricostruzione della stampa svedese, confermata da tre calciatori, racconta il bellissimo gesto del centrocampista dell’Italia dopo la partita di San Siro. Il difensore Jansson: «Uno dei momenti più belli della mia carriera, che gentiluomo»

I fischi che hanno accolto la nazionale svedese al Meazza sono prima stati stigmatizzati dagli applausi di Gigi Buffon e dopo, secondo la ricostruzione della stampa svedese, dalla “visita” di Daniele De Rossi. Il capitano della Roma sarebbe andato di persona verso il pullman avversario per porgere le proprie scuse.

La vicenda è stata ricostruita da un giornalista svedese sul proprio account Twitter: «Lustig ci ha raccontato che De Rossi è salito sul bus dopo la partita di San Siro. Ha chiesto scusa per i fischi e ha fatto gli auguri a tutti i giocatori per la qualificazione mondiale. Grandissimo uomo». Ad applaudire il centrocampista ci hanno pensato anche l’ex difensore del Toro Pontus Jansson all’Expressen («Uno dei momenti più belli della mia carriera, davvero un gentiluomo. Si è comportato da vero capitano») e Granqvist: «Grande rispetto per Daniele. Lo abbiamo ringraziato» ha detto l’ex genoano ad Aftonbladet. Gesti che valgono più di mille parole.

 

Tuttosport.com

Comments

comments