Raiola va sempre letto ed interpretato tra le righe, forse anche per questo parlando a Crc oggi ha detto che per farsi capire da De Laurentiis proverà a disegnare un cartoon. Le parole dell’agente ombra di Insigne (il talento azzurro ha una procura firmata fino al 2019 ma ha rotto con chi lo ha gestito in precedenza) fanno tremare le vene e i polsi ai tifosi del Napoli.

“Se Insigne è stato chiesto dal Barcellona? No, De Laurentiis come al solito capisce una cosa per un’altra. Un giorno farò un cartone animato solo per lui, certe persone come i bambini capiscono più cose con i cartoni animati. Non siamo nemici ma vedo le cose diverse da lui, comunque è un grandissimo presidente e se il Napoli è lì è anche merito del suo carattere. Passare sul suo cadavere per trasferire Insigne? Ha quattro anni di contratto, vedremo.

Magari Hamsik ha voglia di rimanere per sempre a Napoli, altri magari no e bisogna rispettare la volontà dei calciatori. Hamsik se lo può tenere anche dopo la fine della carriera, gli può far aprire cinema in Slovacchia e portarselo in barca. Per Insigne, quando il Napoli ed il suo presidente decideranno di venderlo, allora si capirà il valore del ragazzo. Dembelé non fa testo, il Barcellona è andato in panico: Neymar è stato acquistato da un Paese, non dal Paris Saint-Germain”

Raiola ha avuto parole al miele solo per Maurizio Sarri, ma ha messo del fiele anche sulla questione allenatore: “Il Napoli gioca un calcio moderno, vincere e perdere è questione di dettagli e di fortuna: è difficile vincere a Roma e a Napoli anche per colpa dell’ambiente. Io credo questo sia l’ultimo anno di Sarri in azzurro, tante squadre europee so che l’hanno chiesto, mi auguro per lui che sia l’ultimo anno con De Laurentiis”.

 

Gazzetta.it

 

Comments

comments