26 Gennaio 2021 · 21:40
2.5 C
Firenze

Prandelli: “Callejon non è esterno da 3-5-2, Vlahovic più adatto di Cutrone. Mercato? Ancora nulla”

Prandelli ha parlato alla vigilia della partita contro il Verona in programma domani pomeriggio al Franchi di Firenze

Cesare Prandelli, foto dal profilo social AC Fiorentina

Cesare Prandelli ha parlato così alla conferenza stampa in vista di Fiorentina-Verona in programma domani alle ore 15 al Franchi di Firenze, tra i media presenti anche Labaroviola:

Nell’ultima partita contro il Sassuolo ci sono stati dei passi in avanti, nei singoli e sui ritmi alcuni li hanno visti, altri no. Quanto è migliorata la Fiorentina? Il passaggio per la vittoria?

Dobbiamo dare continuità, abbiamo disputato una buona partita contro una squadra molto temibile, dal punto di vista della costrizione una delle migliori. La voglia, l’atteggiamento. Domani dobbiamo mettere in campo la stessa energia.

Nell’1-1 contro il Sassuolo si è finalmente vista la consapevolezza di lottare per la salvezza…

Sono d’accordo, l’atteggiamento era quello di non voler perdere, di lottare. Abbiamo avuto delle buone opportunità, serve continuare così.

Il tuo marchio di fabbrica è la difesa a quattro, hai provato ad inserirla e poi sei tornato a quella a tre. Bisogna fare un mezzo passo in avanti tutti, hai capito che con quella difesa i calciatori si sentono un po’ più sicuri?

Lettura giusta, rivedendo gli allenamenti e la partita fatta a quattro c’erano incertezze, volevo quindi responsabilizzare la squadra ed hanno risposto in maniera importante. Puoi giocare a tre, a quattro, puoi attaccare in cinque, in sette è una strategia della squadra. Non mi vergogno a difendere un risultato o una situazioni difficile. Negli ultimi anni troppo spettacolo effimero, che porta a brutte situazioni. Alla fine quello che conta è il risultato.

L’energia sprigionata dal gol di Vlahovic, può essere il tappo che fa uscire l’effervescenza di questo ragazzo?

Un ragazzo così ha gli attributi, si è assunto una grande responsabilità. Sono contento di Dusan, vuole e sa dove migliorare. Molte situazioni le ha già acquisite, deve saper giocare con la squadra se non può finalizzare.

Come sta Callejon? Per caratteristiche può fare quello che ha fatto Venuti contro il Sassuolo?

È un professionista serio, sta recuperando dalla condizione fisica, sta abbastanza bene. Il suo problema non è il ruolo, sicuramente non lo vedo quinto. Se dovesse giocare il centrocampo va disposto diversamente.

Nella tua carriera hai avuto un ottimo rapporto con gli attaccanti. Che rapporto hai con Vlahovic?

Io sono arrivato ed ho trovato tre bravi attaccanti, dal punto di vista del lavoro non posso rimproverare nulla. In questo momento ho in mente una punta, Vlahovic, penso che lui abbia le giuste caratteristiche. Da un punto di vista realizzativo in area è più avanti Cutrone. Ogni partita Dusan ha un’occasione, una situazione stimolante, il fatto che si sia sbloccato gli ha dato serenità, deve continuare così.

La Fiorentina dovrebbe fare anche un po’ a meno di Ribery…

Nelle grandi squadre ci sono 2/3 grandi giocatori che possono darti una caratura importante. Ribery nell’ultima gara non è mai andato largo a sinistra, stiamo cercando di farlo diventare più leader, in certe zone del campo può darci quel qualcosa in più, chiediamo che sia un punto di riferimento.

Che squadra è l’Hellas? Che lavoro ha fatto Juric?

Il Verona preoccupa diverse squadre, ha sposato la filosofia del proprio allenatore, tutti i giocatori hanno accettato di fare questo calcio propositivo. Hanno esuberanza, voglia di far male, sono sfacciati, hanno una mentalità che mi piace. Il merito di Juric è stato quello di entrare nella testa dei calciatori, chi lo segue ha sempre parola di conforto ed aiuto. Il futuro del calcio va indirizzato su questa mentalità.

Con il Sassuolo Amrabat sembra sia arrivato alla svolta della sua stagione. Può crescere ancora? 

Non vorrei mai togliere le sue caratteristiche, corsa, pressione in avanti e recupero palla. Ogni calciatore deve migliorare negli aspetti che non conosce ma io in questo momento me lo tengo così.

Pulgar può giocare anche mezzala?

Giocatore che vedo benissimo vicino ad un centrocampista.

(Domanda Labaroviola) Sul mercato farà richieste precise alla società oppure si affiderà a Pradè?

Le letterine di Babbo Natale sono sigillate, si apriranno ed insieme si valuteranno le cose. Non abbiamo deciso ancora il momento per fare ciò, adesso sto dando priorità al campo, i dirigenti sono in fermento ma in questo momento sto pensando solo al campo, ancora non ne abbiamo parlato per niente

Sui segnali di incitamento…

Quando capisci che non sei solo, lo stimolo a dare qualcosa in più, anche la critica è sempre costruttiva, non devi bluffare. Devi dare continuità. I fuochi d’artificio sono stati importanti, significativi. Le parole di Commisso prima della partita hanno inciso.

Milenkovic sembra che renda meglio nella difesa a tre, impressione o è così?

Per me il giorno che si convinceranno noi potremo giocare con due centrali, anzi quattro molto forti. In questo momento abbiamo deciso. Son convinto che i sistemi di gioco non hanno più molto significato. Sono giocatori universali, le loro Nazionali giocano a quattro. Se hai più tranquillità a tre in questo momento non forzo la mano.

Nella prima conferenza hai detto che volevi trasmettere appartenenza e valori. Ci sei riuscito?

Dopo la gara contro il Sassuolo penso che ci siamo riusciti, non possiamo andare indietro, dobbiamo dare continuità.

Che cosa gli sta dando Venuti?

È l’unico che chiamo Jorgensen, è questo il suo soprannome e qui c’è tutto.

In trasferta il Verona è più forte che in casa, siccome hanno un modo di giocare particolare, può darsi che in casa trovino delle difficoltà ma sublimazione ideale in trasferta? Domani serve atteggiamento particolare…

Per me giocano allo stesso modo, fuori casa trovano qualche spazio in più, occhio alle ripartenze. Sarà una gara complicata, bisogna lottare e mettere l’energia positiva.

BENASSI NON GIOCA MAI A VERONA, INFORTUNIO LO BLOCCA. PUO TORNARE ALLA FIORENTINA A GENNAIO

Benassi flop, non gioca mai. Il Verona vuole rimandarlo indietro alla Fiorentina già a gennaio

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Malcuit, e quell’ennesimo equivoco tattico che ci penalizza

Non è ufficiale, ma quasi, Malcuit saluterà Napoli per approdare in Riva all'Arno. Prestito gratuito con diritto di riscatto fissato tra i 7 e gli...

TMW, fatta per il giovane portiere Andonov: domani la firma. Si aggregherà alla Primavera

La Fiorentina si aggiudica il talentuoso portiere classe 2003 Ivan Andonov. Domani le firme

CALENDARIO