L’ex ds della Fiorentina Daniele Pradè, ha detto la sua al Corriere Fiorentino, in merito al suo  personale ricordo su Davide Astori. Fu proprio il dirigente romano Pradè, a portare in viola l’indimenticato capitano: “Potrei dire tante cose, ma mi piace ricordare una cosa divertente che facevo sempre con Davide e che non ho mai detto prima a nessuno. Prima delle partite lui dedicava sempre tanto tempo allo stretching, io mi avvicinavo  a lui e con accento romano gli dicevo: “Non mi dire che ti fanno giocare anche oggi eh?”. Lui rispondeva sempre allo stesso modo. “Pare di sì, mi sa che c’è qualcuno che sta male e quindi tocca a me…”. E io replicavo: “Allora stiamo messi proprio male..”. Era un nostro rito, un modo per stemperare la tensione e per sorridere un po’ prima del match”.

Tuttomercatoweb.com