Stefano Pioli ha parlato in sala stampa alla vigilia di Fiorentina-Verona, queste le sue parole:

“Contro la Sampdoria abbiamo giocato aldi sotto delle nostre possibilita per questo abbiamo fatto fatica. E’ stata una settimana importante, domani vogliamo riprendere la nostra corsa. Domenica abbiamo sbagliato la partita sia a livello collettivo che individuale.
Non ci sono mai partite facili da preparare, domani dovremo avere grandi motivazioni perché sarà un Verona combattivo.

Il rapporto con Corvino e Freitas è quotidiano, per noi è un anno di rinnovamento, in cui individuare le colonne della Fiorentina del futuro. Se in questa fase di mercato ci sarà la possibilità di migliorare la rosa ne approfitteremo, altrimenti non cambieremo tanto per cambiare. Sarà più facile allungare l’organico, che trovare titolari.

Domani dovremo avere grande motivazione, perché è molto tempo che non ci vinciamo. Dobbiamo dimostrare sul campo di essere più forti di loro. Non sono tragico nelle bocciature, schiero chi lavora al meglio. In futuro potrà ricapitare di vedere due punte dall’inizio.
Chiesa è un giocatore da fascia, capace poi d’entrare dentro. Al momento deve partire da fuori, e poi accentuarsi.

Tutti i giocatori che ho a disposizione hanno lavorato bene, e non hanno avuto distrazioni.
Sento spesso i Della Valle, spero che vengano presto a trovarci.

Thereau è pronto, e recuperato al 100%.
Sono molto attento ai giocatori della Primavera, valuterò l’inserimento in prima squadra se qualche giocatore si mostrerà pronto.
Ianis Hagi mi ha deluso, si sentiva pronto per giocare ma secondo noi ancora non lo era.

Per crescere bisogna farlo anche dal punto di vista economico con il monte ingaggi. La società ha già detto che ci sarà questa crescita che però non vuol dire automaticamente crescita sotto il profilo tecnico. E questo lo ha anche dimostrato la Fiorentina qualche anno fa  che pur spendendo meno di Inter e Milan ci finiva sopra in classifica. Ci vogliono entrambe le cose”

Comments

comments