Giornata di presentazione per German Pezzella, queste le sue parole:

“Sono molto contento di essere qui. Ho avuto varie offerte, ma alla fine ho deciso di vestire il viola principalmente per il progetto. Adesso sono qua e voglio fare la mia parte, affinché la squadra si formi presto e ottenga dei bei risultati

Sono qua da pochi giorni. Mi ha stupito l’organizzazione del club, che sta facendo di tutto per far sì che possa pensare al campo in totale tranquillità. Sì, sono andati via tanti elementi e questo inevitabilmente ci porta ad un periodo di adattamento. Ma vogliamo bruciare le tappe e iniziare subito a fare risultati

Ho avuto Passarella come presidente al River e lui mi ha sempre raccontato le sue esperienze in Italia, soprattutto qui a Firenze. Anche adesso punterò sui consigli che mi ha sempre dato. Passare del tempo con lui è stata una vera fortuna

Quando ero più piccolo, ho sempre ammirato Ayala per i suoi movimenti. Adesso guardo con grande ammirazione campioni come Sergio Ramos e Bonucci. A questi livelli è importante osservare giocatori così importanti, perché ti permettono di imparare molto

Ieri ci sono due squadre che si sono affrontate a viso aperto, nonostante lo stadio e la potenza dell’avversario. Abbiamo cercato di imporre a tratti il nostro gioco, ma se sbagli qualcosa contro il Real lo paghi immediatamente. Tuttavia, devo dire che ho avuto delle buone sensazioni, perché non abbiamo mai buttato via la palla, abbiamo sempre fatto il nostro gioco

So dell’affetto del popolo viola nei confronti di Gonzalo e dell’importanza che ricopriva qui a Firenze. Dire che io gli assomiglio sarebbe una mancanza di rispetto nei suoi confronti. Ogni giocatore è diverso dagli altri e io mi preoccupo di fare il mio quando il Mister mi chiama in causa. Forse ci assomigliamo in qualcosa, ma non oso mettermi sul suo stesso piano

Ieri sera sono stato molto contento di aver esordito con i viola, anche perché avevo fatto solo un paio di allenamenti. I miei compagni mi hanno aiutato molto, dandomi tranquillità e spiegandomi qualche meccanismo. Anche con Mister Pioli mi trovo benissimo, lui che ha idee belle e chiare, una cosa fondamentale questa per ogni giocatore. E’ molto esigente e pretende che si rimanga sempre concentrati. Ovviamente avrò bisogno di tempo per adattarmi al calcio italiano. Per quanto riguarda la città, è davvero bellissima e la gente mi fa sentire a casa

Ho avuto modo di parlare con Piccini e Joaquin di questa mia nuova avventura. Mi hanno ribadito che qui a Firenze si sono trovati benissimo e questo mi ha dato grande fiducia. Spero di poter ripetere le loro gesta”

Comments

comments