Così Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina, a DAZN al termine della sconfitta rimediata dai suoi in casa del Cagliari: “Oggi c’è poco da commentare: loro sono stato nettamente superiori a noi. Sono venuti fuori i limiti e gli errori tecnici, e di conseguenza tattici. Questa sconfitta ci deve servire da lezione. È stato un calvario. La squadra ogni tanto aveva una reazione, ma mai nella continuità: questa brutta partita ci deve dare la forza per riprendere il nostro cammino considerando che siamo ottavi, quindi qualcosa di buono è stato fatto”.

Cosa è stato sbagliato? “Non abbiamo assolutamente approcciato bene questa partita. La mia non è una scusante, io sono il primo colpevole, ma se si guarda la lista dei giocatori tra i nostri e i loro ci sono più di 40 anni di differenza. Loro hanno giocato al massimo del loro entusiasmo e noi noi. L’unica nota postiva della partita è stata la doppietta di Vlahovic. Calma però con i giudizi perché abbiamo puntato su ragazzi giovani”.

Quindi anche un commento su alcuni episodi: “Il primo gol è venuto da un fallo su Chiesa. La difesa ha fatto degli errori ma non solo loro. Vlahovic sicuramente mi ha dato risposte importanti, aspettavo questo gol dall’anno scorso, ha fatto una grandissima prestazione dal primo gol in poi”.

Tuttomercatoweb.com