23 Gennaio 2022 · 23:36
4.7 C
Firenze

Manager di Baggio: “Mi ha insegnato il rispetto dei tifosi, quando era a Firenze non voleva scappare da loro”

Il manager di Baggio parla del suo rapporto con i tifosi

Oggi il Corriere dello Sport ha intervistato Vittorio Petrone, manager di Roberto Baggio:

“Quando ho iniziato a fare il suo manager era al Milan. Mi ricordo che Galliani e Braida si raccomandarono sulla puntualità, perchè Baggio da campione doveva dare l’esempio. L’orario di ritrovo nello spogliatoio erano le 14.30 e allora Roberto arrivava all’una e mezza. Gli dissi: va bene, Roby, ma non esagerare. E lui allora mi spiegò che doveva arrivare prima perchè intono al cancello di Milanello c’erano sempre molti tifosi che aspettavano i giocatori per una foto o un autografo. E lui non voleva scappare via subito, così aveva calcolato che gli ci volevano più o meno quaranta minuti per questo calcolava l’anticipo. Lo faceva dai tempi di Firenze. E’ lui che ha insegnato a me il rispetto dei tifosi”.

LEGGI ANCHE, BAGGIO: “OBBLIGATO A LASCIARE FIRENZE, MILANO E TORINO? NON AVEVO CAPITO UN CA**O”

Baggio: “Obbligato a lasciare Firenze, Milano e Torino? Non avevo capito un ca**o”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO