Il Corriere fiorentino oggi in edicola parla di come l’Europa League sia diventata importante per la società viola. Gli stadi saranno anche vuoti, i viaggi infiniti e verso località sconosciute, ma nonostante tutto questo l’Europa League vale sempre di più. La Fiorentina ha accarezzato il sogno di una finale e ottenuto risultati che oltre a far sognare i tifosi, sono serviti a scalare il ranking Uefa e guadagnarsi stabilmente un posto tra le teste di serie dei sorteggi. Nel 2012, la compagine gigliata ricopriva la posizione numero 53 della classifica, ma con Montella prima e Sousa poi ecco la risalita fino alla ventiquattresima posizione, la migliore dell’era Della Valle. E questo lo si sente anche nelle casse viola, perché se è vero che il divario con i soldi della Champions resta enorme, è vero anche che l’incremento dei ricavi varato quest’anno, rende il giovedì di coppa più importante che mai.

Comments

comments