11 Aprile 2021 · 12:09
12.2 C
Firenze

Lo Monaco all’improvviso: “Io viola di corsa, Sousa vada se ha altre idee”

Pietro Lo Monaco: questo il nome nuovo che, improvvisamente, squarcia il turbolento cielo viola e sa prepotentemente di auto candidatura. Intervenuto oggi ai microfoni di Radio Blu, l’ex ds di Messina, Genoa, Palermo e Catania ha parlato così a proposito di un suo possibile futuro gigliato e sul momento vissuto dagli uomini di Sousa:

Sul momento: “Una fase no non cancella quanto di buono fatto sino ad oggi, anche se questo stop così lungo fa pensare che i viola non abbiano ancora fatto l’abitudine con la vittoria. I responsabili? Non ne cercherei uno solo, le colpe vanno suddivise”.

Sul mercato di gennaio: “Se ha tolto il sogno ai tifosi? Sì, le azioni fatte portano con sé dei segnali chiari. A gennaio la squadra volava e servivano le giuste operazioni, che evidentemente non sono state fatte. Gli errori sono innegabili, già dall’estate: è stato perso un giocatore come Milinkovic Savic e lì si è capito che qualcosa non andava”.

Sulla possibilità che diventi nuovo ds viola: “Firenze è una grandissima piazza, capace di ambire a traguardi importanti. Se mi è gradita? Ci andrei di corsa, ma per ora nessuno mi ha contattato”.
Sul rapporto tifosi/società: “Spaccatura ricomponibile? Assolutamente sì: la proprietà ha dimostrato di avere a cuore le sorti della squadra e possono ancora far bene”.

Infine su Sousa: “Se un mister decide di coltivare altre ambizioni bisogna lasciarlo andare, non si può sviluppare un progetto con chi vuole andar via”.

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Lippi non rifiuterebbe l’idea di essere direttore tecnico. Con lui progetto di crescita

Come riporta La Nazione, ci sono stati dei precedenti fra la Fiorentina e Marcello Lippi. Il primo è datato quando Montella rischiava l'esonero. L'ex...

Muriel è il pericolo numero uno oggi, la Fiorentina e quel rimpianto legato al mancato riscatto

Un pericolo di nome Luis Muriel. L'attaccante colombiano è sicuramente uno dei valori aggiunti dell'Atalanta. Ed è proprio grazie a Gasperini che sta vivendo...

CALENDARIO