1 Luglio 2022 · 05:56
17.3 C
Firenze

Le norme del centro sportivo viola: accessi limitati, controlli accurati e aspre norme da seguire

L’accesso al centro sportivo da giorni è stato limitato allo stretto necessario. I dipendenti delle varie aree della società, che solitamente orbitano nello spazio dedicato ai giocatori, stanno evitando di accedere alla struttura a meno che non sia strettamente necessario. Lo staff sanitario, guidato dal dottor Luca Pengue, ha esposto a più riprese ai giocatori le misure di tutela da seguire. La distanza di sicurezza, il modo corretto per consumare cibi e bevande. A proposito: già da tempo la Fiorentina si era dotata di borracce nominali per evitare che i giocatori se le scambiassero. E per adesso si continuerà in questo modo. Il cibo viene e verrà consegnato agli atleti in confezioni monodose sigillate. Anche in questo caso erano misure già consolidate che però verranno applicate con maggior rigore. Lo staff sanitario, inoltre, sta provvedendo a misurare la temperatura corporea, con termometro digitale, due volte al giorno. I dati che vengono raccolti sono conservati. Ma per i giocatori ci sono norme da seguire anche all’interno dello spogliatoio. Pezzella e compagni, ad esempio, devono riporre negli armadi i vestiti e non lasciarli nell’area comune mentre sono in campo per l’allenamento. E i dirigenti? A Udine hanno seguito la squadra, in tribuna hanno rispettato le distanze imposte. Per il momento la scansione del loro lavoro non ha subito particolari cambiamenti. Sul tavolo ci sono, per esempio, rinnovi da portare a termine con più di un calciatore. Lo riporta il Corriere Fiorentino.

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO