21 Gennaio 2022 · 12:06
5.9 C
Firenze

LA SAMP NON E’ IL NAPOLI, A GENOVA PER VINCERE. VERETOUT NON E’ UN REGISTA, EYSSERIC NON E’ UN TITOLARE. DENTRO PJACA O MIRALLAS PER AIUTARE SIMEONE. L’EDITORIALE DI STEFANO BORGI.

Siamo stati i primi a dirlo: a Napoli Pioli ha giocato come doveva giocare. Senza fronzoli o voli pindarici. Squadra compatta, coesa, raccolta dietro, pronta a ripartire… E colpire. Se si presentava l’occasione. Sennò porti a casa uno 0-0 e sei un eroe. Come fu lo scorso anno. Poi, caso ha voluto che Pezzella si distrae, Insigne prende palla, tira e segna. Così fa 1-0 per il Napoli. Ed il castello di sabbia viola cade, sotto i colpi della stampa partigiana. Preconcetta e partigiana. Di sicuro non obiettiva. Questo è stato Napoli-Fiorentina: la squadra campione d’Italia (al netto della Juventus che non è una squadra, è un’azienda, non fa parte degli umani), contro la squadra ottava classificata nell’ultimo campionato. La squadra più giovane dell’attuale serie A. Risultato, 1-0 per i Campioni, gol al 78’… Non mi sembra una disfatta. Bensi’ un risultato dal quale ripartire, ricostruire… E ricominciare.

CONTRO LA SAMPDORIA, SERVE UN ALTRO ATTEGGIAMENTO: Detto questo, tra due giorni c’è il recupero con la Sampdoria. I soliti rosiconi dicono che la Samp è superiore alla Fiorentina, per il solito gusto macabro e bastian contrario volto a denigrare la causa viola. In verità è la Fiorentina che è superiore alla Samp: per tradizione, per blasone. E poi il portiere, la difesa, il centrocampo. Lasciamo stare l’attacco dove Quagliarella sposta gli equilibri e fa pendere la bilancia dalla parte doriana. Ma per il resto… La Sampdoria non è il Napoli, e per questo ci aspettiamo una Fiorentina più propositiva, più spavalda. Quello che (giustamente) non abbiamo visto contro i partenopei. Eysseric, ad esempio… Caro Pioli, il francese è migliorato, è dimagrito, sembra aver capito il campionato italiano, ma non può essere un titolare. Non deve essere un titolare. In quel posto, da esterno alto a sinistra ci deve stare Pjaca. In alternativa Mirallas. Mi domando: perchè Pjaca gioca solo un quarto d’ora? Senza per altro toccare palla? Perchè Mirallas non ha ancora visto il campo? Sono domande… Perchè poi, il dubbio che a lei mister Pioli, giocatori poco inclini alla copertura come Pjaca e Mirallas, non piacciano… fa presto a farsi strada. Cioè, la Fiorentina ha a disposizione un vice-campione del mondo, che nella finale contro la Francia è addirittura entrato ed ha giocato, lei lo tiene in panchina? Idem dicasi per Mirallas, nazionale belga, ex-Everton (quindi, non di San Marino o del Congo Belga), che non sappiamo neppure che faccia abbia, come sia fatto, e con quale piede giochi?

AD OGNUNO IL SUO RUOLO: Allora… Mercoledi, vincendo a Marassi, la Fiorentina ha la possibilità di salire al secondo posto e di aggredire le zone alte della classifica. In attesa della Spal, avversario abbordabile. Lei è d’accordo, oppure osiamo troppo? Caro Mister, col Napoli l’abbiamo difesa, sostenuta, quasi protetta dagli attacchi strumentali che la mettono nel mezzo tra i tifosi ed i Della Valle. Lei non merita tutto questo. Anzi… Però con la Samp, deve dare un segno: che mi dice di Veretout vertice basso? A Moena era giusto provarlo, ma non aveva a disposizione né Edimilson né Norgaard. E neppure Gerson. Un centrocampo con Gerson (o Edimilson, o Norgaard) regista, Benassi e Veretout mezzeali, e Pjaca (o Mirallas) attaccanti esterni, le sembra improponibile? Magari anche Simeone si sentirebbe meno solo, prenderebbe meno pedate, segnerebbe qualche gol in più. Certo, il modulo è più offensivo, espone la difesa a maggiori rischi, ma Milenkovic terzino è stato inventato proprio per questo: difesa bloccata, che libera il centrocampo. E anche l’attacco. Mercoledì potremmo essere secondi, dopo quattro giornate, davanti a Roma, Inter, Lazio, Samp, Milan e Torino. Alla pari col Napoli. Caro mister, c’è di peggio. Proviamoci…

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO